• Articolo Copenaghen , 18 novembre 2015
  • Un progetto dalla valenza architettonica e sociale

    La fattoria idroponica tascabile che porta la natura in città

  • The Impact Farm è la fattoria idroponica danese che in soli 50 mq riesce a produrre cibo biologico in totale assenza di pesticidi e fertilizzanti

La fattoria idroponica tascabile che porta la natura in città

(Rinnovabili.it) – “The Impact Farm” è la fattoria idroponica della Human Habitat che porta la natura negli angusti spazi urbani per produrre cibo biologico a chilometri zero. In soli 50 metri quadrati la coltura in scatola garantisce una resa molto alta e mira a creare un modello di business economicamente sostenibile che punta all’economia circolare, dato che i materiali della fattoria idroponica sono completamente riciclati ed i prodotti sono a loro volta riciclabili al 100%.

Il montaggio della fattoria idroponica, trasportabile in un container, avviene in soli 10 giorni mentre lo smontaggio ed il trasporto sono estremamente semplici.

I problemi che affronta la Impact Farm sono la difficoltà di accedere a cibo fresco raccolto in giornata negli ambienti urbani, la creazione di nuovi posti di lavoro e lo sviluppo di uno spirito comunitario. Oltre alla sostenibilità del progetto dietro la fattoria idroponica “The impact farm” c’è anche uno scopo sociale: lavorare insieme in uno spazio comune rafforzerà la coesione tra gli alunni nelle scuole, tra condomini o colleghi di lavoro.

 

Le caratteristiche della fattoria idroponica The Impact Farm

Una fattoria idroponica è una coltura in cui le piante non affondano le radici nel terreno, ma crescono su una superficie verticale irrigata e fertilizzata con un impianto controllabile a distanza. The impact farm ha una struttura in legno lamellare che contiene due piani adibiti a coltura biologica. Le pareti sono trasparenti mentre sulla copertura tre pannelli fotovoltaici producono l’energia necessaria per l’impianto di irrigazione e fertilizzazione.

In questo spazio veramente contenuto possono essere coltivati ortaggi, verdure, insalate e frutta con un notevole risparmio idrico ed una resa eccellente in totale assenza di pesticidi o sostanze chimiche.

La prima città a scegliere questa fattoria idroponica per un progetto pilota di coltivazione urbana è stata Copernaghen, ma dall’azienda prevedono che presto molti altri centri urbani sceglieranno di provare la fattoria tascabile.

 

La fattoria idroponica tascabile che porta la natura in città

Ti potrebbe interessare un altro articolo che parla del confronto tra idroponica, aeroponica, acquaponica.

3 Commenti

  1. Francesco Silvi
    Posted novembre 18, 2015 at 7:37 pm

    Idea innovativa
    sarei interessato a conoscere un quadro economico costi- benefici
    grazie

  2. piero tavoloni
    Posted novembre 26, 2015 at 11:52 am

    Buongiorno,
    sono interessato alla ‘fattoria idroponica’ si possono aver più informazioni al riguardo.
    Saluti

  3. redattore2
    Posted novembre 26, 2015 at 12:34 pm

    Buongiorno, è possibile contattare direttamente l’azienda compilando il form che trova a questo link:
    http://www.humanhabitat.dk/?page_id=24&lang=en

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *