• Articolo Cannes, 12 marzo 2015
  • Armonia tra legno e vetro

    Un hangar in legno eco friendly per la Costa Azzurra

  • L’hangar in legno dei Comte Vollenweider Architects è uno straordinario esempio di come i materiali naturali non siano destinati unicamente alle residenze ma sappiano rispondere alle esigenze delle grandi infrastrutture

Un hangar in legno eco friendly per la Costa Azzurra

 

(Rinnovabili.it) – L’hangar in legno di Cannes-Mandelieu nel cuore della Costa Azzurra sceglie una struttura ed un rivestimento rinnovabile per svelare la sua anima sostenibile. Specializzato in aviazione d’affari, l’hangar in un anno sarà la sede di circa 70.000 atterraggi e decolli ed è stato progettato tenendo come punto di riferimento principale la versatilità e la libertà di manovra dei diversi tipi di velivoli che raggiungono le note coste francesi.

 

Un hangar in legno eco friendly per la Costa AzzurraGli architetti dello studio Comte Vollenweider hanno posto particolare attenzione all’accostamento dei materiali, scegliendo un rivestimento a listelli verticali in legno interrotto da bucature che cambiano di ritmo allontanandosi ed avvicinandosi dando un movimento particolare alla facciata piatta. Per le vetrate è stato scelto un criterio opposto, questa volta il movimento è unicamente tridimensionale, mentre la trama degli elementi triangolari rimane costante per tutto lo sviluppo della parete trasparente. 403 elementi piramidali e 403 vetri triangolari piani sono stati sviluppati dalla Kawneer per essere alternati in modo regolare e riflettere da ogni prospettiva il paesaggio collinare di San Cassiano.

 

I piccoli triangoli vetrati nascondono la struttura in legno lamellare obliqua che sorregge la copertura. La sovrapposizione dei due intrecci triangolari, quello delle travi e degli elementi trasparenti, crea un suggestivo effetto geometrico interno.

L’andamento ortogonale del legno e quello obliquo del vetro si fondono in una struttura di straordinaria eleganza in grado di alloggiare da cinque a otto velivoli in soli 10.240 mq grazie alle strategie messe a punto per l’ottimizzazione degli spazi.

Il progetto commissionato da Aéroport Nice Côte d’Azur è costato 15 milioni di euro escluse le imposte e la costruzione è avvenuta in circa 12 mesi.

L’hangar in legno di Nizza segue la tendenza sempre più forte di scegliere fonti rinnovabili per le infrastrutture per i trasporti, il terminal 4 dell’aeroporto Barajas di Madrid  in bamboo e quello di Jackson Hole  in lamellare sono esempi straordinari di come i materiali naturali non abbiano nulla da invidiare a cemento armato ed acciaio anche quando si tratta di grandi strutture.

 

Un hangar in legno eco friendly per la Costa Azzurra

 

 

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *