• Articolo Hong Kong, 26 febbraio 2018
  • Ad Hong Kong si progetta una spirale di grattacieli sostenibili

  • La metropoli cinese potrebbe avviare i lavori per due grattacieli sostenibili, bordati da giardini pensili e con due parchi urbani sulla sommità

grattacieli sostenibili

 

Proposti due grattacieli sostenibili abbracciati

 

(Rinnovabili.it) – Lo skyline di Hong Kong potrebbe arricchirsi di due grattacieli sostenibili se la proposta dello studio Midori Architects andrà in porto. I futuristici grattacieli di Aero Hive sono rivestiti di una facciata organica intervallata da vegetazione che conduce ad ampi giardini pensili. Il concept nasce per adattarsi alle sfide del clima locale e ridurre le emissioni di CO2 nell’area.

Il progetto, che ha recentemente vinto la Skyhive Skyscraper Challenge, si adatta al profilo di Hong Kong, fatto di grattacieli altissimi, con una marcia in più: l’Aero Hive è pensato per resistere al clima locale. La forma e le dimensioni delle due torri, così come i materiali, sono stati scelti per resistere al meglio ai venti fortissimi e al clima subtropicale.

Secondo gli architetti, “Aero Hive mira a sfidare la convinzione comune che gli edifici alti oggi non possano essere ventilati naturalmente e offre una alternativa al vetro come modello di sostenibilità”.

 

>> Leggi anche: Tokyo progetta un grattacielo in legno di 350 metri <<

 

grattacieli sostenibiliLa forma sinuosa delle torri è progettata per creare ombra sul grattacielo, il che significa che gli angoli dei due edifici sono allineati in modo da consentirgli di ombreggiarsi l’un l’altro in diversi momenti della giornata. Inoltre, il rivestimento poroso consente una circolazione dell’aria ottimale in tutto l’edificio. Le finestre con doppi vetri sono ottimizzate per portare all’interno luce naturale pur limitando la radiazione solare diretta.

In cima alle torri sono previsti due giardini aperti al pubblico, per creare un parco urbano sulla sommità del palazzo. In questo modo, oltre a contribuire agli spazi verdi urbani, il parco dovrebbe contribuire a mitigare l’effetto “isola di calore urbana”, comune nel clima tropicale di Hong Kong. I rigogliosi giardini pensili contribuiranno invece a creare un habitat naturale per gli uccelli, oltre a filtrare gli inquinanti e ridurre la CO2.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *