• Articolo Torino, 14 marzo 2012
  • Spazi verdi di valore internazionale per placare le polemiche sulle trasformazioni del Palazzo del Lavoro di Torino

    Il paesaggista Kipar trasformerà il verde del Palazzo di Nervi

  • Sarà Andreas O.Kipar assieme a LAND Milano ad occuparsi del restyling del parco esterno della grande struttura torinese di Nervi, che a breve dovrebbe essere trasformata in un centro commerciale.

(Rinnovabili.it) – Per placare le numerose polemiche che stanno accompagnato le trasformazioni del Palazzo del Lavoro di Torino, una delle più grandi opere di Pier Luigi Nervi, i fautori del nuovo progetto, gli olandesi della Còrio, hanno deciso di giocare la carta Andreas O.Kipar. Architetto paesaggista di fama internazionale, Kipar è uno dei maestri delle trasformazioni del verde a capo del famoso team di professionisti LAND (Landscape Nature Architecture Development). Le traversie della trasformazione di Palazzo del lavoro, da troppo tempo abbandonato a se stesso, iniziano diversi anni fa, quando la società Gefim ne acquista la proprietà con l’intento di farne un centro commerciale. Per allentare le ancora attuali polemiche che hanno accompagnato la presentazione del progetto in tutte le sue fasi, il gruppo olandese Còrio, finanziatore ed incaricato della ristrutturazione, ha pensato di dare un valore aggiunto al parco esterno della struttura, incaricando il paesaggista Kipar con il team della LAND Milano.

Parlando alla conferenza stampa tenutasi in occasione del MIPIM di Cannes, l’evento internazionale che raccoglie tutti gli investitori del settore delle costruzioni, Kipar ha parlato di “spazi pubblici di valore” per descrivere il suo progetto, illustrando come il futuro parco sarà parte integrante della città fornendo aree collettive, verde pubblico e luoghi per lo sport, il tutto in un’ottica di sostenibilità e sicurezza.

Un  investimento da 150 mln di euro per trasformare i 28.000 mq dell’impianto e rivitalizzare il quartiere, intervenendo sul sistema della mobilità e da ora anche sul grande valore degli spazi verdi.