• Articolo Bishopthorpe, 25 gennaio 2016
  • Un prototipo in cantiere nel North Yorkshire

    Dall’Inghilterra la casa galleggiante che si ormeggia nel canale

  • Autosufficiente per acqua e energia, questa casa galleggiante aumenta al massimo la resilienza: non è disegnata per stare sulla terraferma ma direttamente in acqua

casa galleggiante 2

 

(Rinnovabili.it) – Dopo la peggiore alluvione degli ultimi 70 anni tra Natale e capodanno, in Gran Bretagna c’è chi prova a risolvere i problemi costruendo una casa galleggiante. Le inondazioni hanno devastato molte parti del paese anche se erano state annunciate con largo anticipo. Abbastanza in anticipo per rifugiarsi da amici e parenti, ma non per evitare i danni alla propria abitazione.

La soluzione proposta dall’ingegnere Pete Bennison e dall’architetto Bramhall Blenkharn è una casa galleggiante, completamente autosufficiente e votata a incrementare al massimo la resilienza, che a differenza di molte altre non è disegnata per stare sulla terraferma ma direttamente in acqua. Insomma, è più simile a una barca che ad un’abitazione tradizionale. Può suonare bizzarro, ma bisogna considerare che in molte aree della campagna inglese, specie al sud, sono tanti gli edifici che sorgono a pochi metri dai numerosi fiumi e canali. Tutti a rischio allagamento, quindi.

 

casa galleggiante 1Per adesso c’è soltanto un prototipo, che una volta ultimato sarà ormeggiato a Bishopthorpe nel North Yorkshire. La casa galleggiante è costruita con una combinazione di acciaio e legno lamellare. Lo scafo sarà interamente in acciaio e poggerà non su una piattaforma galleggiante come una comune chiatta ma su due stretti pontoni, come se fosse un catamarano.

L’obiettivo principale su cui si sono concentrati i due ideatori del progetto è rendere l’abitazione autosufficiente, prima di tutto dal punto di vista energetico. Niente allacciamento alla rete nazionale né generatore. La casa galleggiante sarà dotata di pannelli solari, sufficienti per garantire completamente il riscaldamento e l’acqua calda. Nessun bisogno di tubature: per l’acqua un filtro renderà potabile quella del canale, mentre le acque reflue saranno riciclate e rimesse in circolazione.

In tutto, la casa galleggiante misurerà 20 metri per 5 e sarà in grado di navigare a tutti gli effetti. Il lato che si affaccia sul canale è occupato da una vasta vetrata. Ci sono anche delle finestre in stile oblò sul tetto, mentre sul lato opposto, verso la terra, l’edificio non ha vetri. All’interno vi è un soggiorno, due camere da letto, due bagni e una scala che conduce ad una piccola terrazza sul tetto.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *