• Articolo Londra, 23 novembre 2012
  • La D*Dynamic è uno dei prototipi progettati dagli architetti londinesi D*Haus Company

    La casa ‘Dynamic’ che segue le stagioni

  • Dalla soluzione ad un quesito matematico nascono le D*Haus, case modulari in grado di adattarsi in ogni singolo istante alle condizioni ambientali, metereologiche e funzionali

(Rinnovabili.it) – Per la casa scaturita dalle ingegnose menti dello studio architettonico D*Haus Company, il concetto di “casa dinamica” va ben oltre il semplice reagire al freddo invernale o al caldo estivo. Combinando tecnologie ingegneristiche e soluzioni matematiche il team di architetti è riuscito a progettare una casa in grado di trasformarsi dinamicamente in base alle condizioni astronomiche, metereologiche e stagionali.

D*Dynamic sono otto case in una, le sue innumerevoli metamorfosi possono avvenire in qualsiasi ora del giorno o in qualsiasi stagione, trasformando fisicamente il suo involucro a seconda delle esigenze, sia che si tratti della Lapponia o in pieno Sahara.

 

L‘Idea nasce sulla base della scoperta del matematico Henry Dudeney, che nei primi anni del ‘900 risolse l’Heberdasher’s Puzzle, il quesito matematico che permetteva di ricostruire un quadrato partendo dalla scomposizione in quattro parti di un triangolo equilatero mantenendo in contatto uno dei vertici delle figure.

 

Il meccanismo che genera le di differenti figure della casa funziona nello stesso modo: scorrendo lungo una serie di binari, D*Dynamic si adatta alle esigenze facendo ad esempio scorrere verso l’interno le spesse e pesanti pareti esterne per i periodi più freddi, o trasformando le partizioni interne vetrate nei muri perimetrali durante l’estate. Le porte diventano finestre e le facciate cambiano orientamento seguendo il sole, “per esempio – dichiarano i progettisti – durante l’estate la camera da letto può affacciarsi direttamente ad est per vedere il sorgere del sole dal letto” .

La casa insegue il sole e permette di mantenere sempre elevata la produttività dei pannelli fotovoltaici posti in copertura, in questo modo orientati sempre nella direzione giusta.

Essendo scaturita da una serie di regole matematiche, la produzione e la commercializzazione della casa D*Dynamic  potrebbero essere molto semplici, fornendo agli interessati il kit di materiali necessario alla costruzione, ma lasciando completamente libero il design e la distribuzione degli spazi.

La D*Dynamic è stato il primo prototipo delle D*Haus, che oggi invece sono caratterizzate da numerose e differenti soluzioni abitative: spaziando dall’abitazione D*Statica Sostenibile, costruita con materiali naturali al massimo dell’efficienza, fino alla D*Modular, dove la flessibilità strutturale permette di ottenere infinite soluzioni abitative da un unico kit di montaggio.