• Articolo Modena, 22 novembre 2012
  • Iniziato martedì 20 l'evento internazionale si concluderà domani a Bologna

    La rigenerazione urbana al centro del Festival dell’Architettura itinerante

  • Reggio Emilia, Parma, Modena e Bologna, sono queste le città che stanno ospitando gli incontro del Festival dell’Architettura quest’anno dedicato al tema del’Economy of the urban form

(Rinnovabili.it) – E’ nel pieno del suo svolgimento la settima edizione del Festival dell’Architettura dedicato quest’anno al tema dell’Economia della forma urbana, “Economy of the urban form”. Il carattere internazionale della manifestazione permetterà di affrontare la questione a livello europeo , nel tentativo di arrivare a proporre possibili soluzioni al problema dell’inurbazione e dell’espansione incondizionata del “cemento”, troppo spesso sinonimo di una scarsa qualità della vita urbana, di mancanza di soluzioni innovative e soprattutto di perdita dei legami con le tradizioni. Anche quest’anno è confermato il carattere itinerante del Festival, partito da Reggio Emilia lo scorso martedì, per arrivare domani a Bologna, passando da Parma e Modena.

Durante i quattro appuntamenti ci sarà la possibilità di affrontare varie tematiche inerenti alla rigenerazione urbana presente e futura, anche grazie all’illustrazione di alcuni casi studi internazionali felicemente riusciti nell’intento.

Durante il primo appuntamento del Festival, a Reggio Emilia si è affrontato il tema della Città lineare a partire dal sistema policentrico emiliano organizzato alla Florence Academy della Kent State University. Parma è stata invece protagonista ieri dell’incontro “Compact City Architecture – Historical City Centre Design in Europe” inerente l’ideazione di una porta urbana per il Campus Universitario dell’Oltretorrente. Oggi Modena ospiterà il seminario “Costruire nel costruito” con la presentazione del progetto di rigenerazione urbana riguardante il Villaggio Artigiano a Modena con Marcello Capucci e Gianni Villanti. A supporto verranno presentati casi studio tedeschi, tra cui quello d Friburgo con Wulf Daseking, di Francoforte con Petra Kahfeld, di Berlino con Jhoannes Modershon ed italiani riguardo a Roma Tor Bella Monaca  con Marta Calzolaretti, e sulle residenze collettive con Luca Reale.

Durante la giornata conclusiva a Bologna infine si avrà la presentazione del work in progress della ricerca Spinner 2013 Progettare il costruito: nuovi modelli a qualità integrata per la città compatta, riguardante nuovi criteri di intervento sulle città capoluogo della Regione Emilia Romagna da parte dei dottorandi Paolo Strina, Annapaola Nolli, Nicola Montini con il coordinamento di Carlo Quintelli UNIPR. Seguirà una discussione sul tema con la partecipazione dell’Assessore Regionale alla pianificazione Alfredo Peri e gli Assessori all’Urbanistica di Bologna Patrizia Gabellini, Parma Michele Alinovi, Reggio Ugo Ferrari, Modena Gabriele Giacobazzi, Forlì Paolo Rava.