• Articolo Padova, 13 febbraio 2012
  • I grandi protagonisti internazionali, ospiti della giornata conclusiva dell'importante evento

    La rigenerazione urbana sostenibile protagonista a Padova

  • Si conclude oggi la Biennale Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin”, dedicata alla riqualificazione delle città in chiave sostenibile, tra mostre, premiazioni e momenti di confronto.

(Rinnovabili.it) – Si conclude oggi l’inteso percorso che ha segnato la quinta edizione della Biennale internazionale di architettura “Barbara Cappochin”, che come ogni anno ha portato a Padova numerosi nomi dell’architettura contemporanea, trasformando la città in un serbatoio di idee, sperimentazioni e confronti. Il tema eletto per questa edizione è stata la riqualificazione della città in chiave sostenibile, una questione divenuta anche in sede internazionale, sfida imprescindibile per architetti, progettisti ed amministrazioni.

Promossa dalla Fondazione “Barbara Cappochin” e dall’Ordine degli Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Padova insieme al Comune di Padova, la Biennale internazionale di architettura di quest’anno, ha scandito a più riprese l’evolversi del dialogo tra i diversi operatori del settore, per richiamare l’attenzione sulla qualità della vita all’interno della città, partendo dal valore delle architetture contemporanee, fino ad arrivare al determinante rapporto con l’ambiente ed il territorio.

La mostra “Superurbano, Rigenerazione Urbana Sostenibile” in scena a Palazzo della Ragione, ha accompagnato tutta la durata dell’evento: a partire dalla premiazione dei due giovani autori del progetto “Ribera del Duero”, l’architettura selezionata tra le 383 opere internazionali dedicate al tema della sostenibilità e della riqualificazione urbana, fino ad arrivare al ricco calendario di conferenze e convegni con ospiti e relatori internazionali.

Protagonista della giornata odierna, a chiusura dei lavori, l’architetto Alejandro Zaera Polo, il progettista dell’importante riqualificazione del litorale di Barcellona con il South east coastal Park, uno dei 19 progetti ospitati dalla mostra a Palazzo della Ragione. L’importante tema della rigenerazione urbana per la ricerca della qualità dell’architettura per la qualità della vita, portato avanti per tutta la durata dell’evento, convoglieranno infine in una interessante tavola rotonda composta da personaggi del calibro di Mario Cuccinella, Leopold Freyrie (presidente del Consiglio nazionale degli Architetti), Edoardo Zanchini (responsabile del settore energie rinnovabili di Legambiente), Andrea Boschetti di Metrogramma e numerose altre personalità impegnate in questo settore.