• Articolo Londra, 29 ottobre 2014
  • Il One Embankment Place è stato progettato da tp bennett

    La riqualificazione più ambiziosa di Londra: il 1 Embankment Place

  • Il 1 Embankment Place è una delle riqualificazioni meglio riuscite di Londra che trasformato un vecchio edificio in uno dei più sostenibile al mondo

4

 

(Rinnovabili.it) – Una delle riqualificazioni più ambiziose di Londra è anche uno degli edifici più sostenibili al mondo detentore del più alto rating di certificazione BREEAM, si tratta del One Embankment Place.

 

Costruito originariamente 25 anni fa sopra alla stazione di Charing Cross, l’edificio è stato completamente ristrutturato dai proprietari della PricewaterhouseCoopers che ne hanno fatto un esempio di efficienza e sostenibilità.

Nel 2011, con il contratto di locazione in scadenza nel 2015, i proprietari del One Embankment Place si trovarono davanti ad una decisione difficile: traslocare in una nuova sede costruita ex novo ad alte prestazioni energetiche, o ristrutturare la vecchia struttura.

L’intervento di riqualificazione ha permesso di raggiungere risultati notevoli, mettendo in pratica strategie innovative per raggiungere i massimi livelli di efficienza energetica e qualità.

 1

 

Grazie ad un’analisi preliminare della struttura e delle funzionalità del One Embankment Place è stato possibile prevedere nel dettaglio le esigenze future dell’edificio, calcolando esattamente i carichi energetici in base a tutti i possibili utilizzi

Questo approccio ha permesso di calcolare esattamente il budget necessario per la ristrutturazione, arrivando addirittura a definire i costi al 95% delle spese totali.

 

EFFICIENZA SENZA SPRECHI

 

2

 

Per raggiungere un livello così alto di certificazione BREEAM, nella riqualificazione del One Embankment Place sono stati sostituiti tutti gli impianti, introducendo un sistema di trigenerazione alimentato dall’olio da cucina esausto recuperato dalla ditta di catering (fino a 45.000litri al mese) che si occupa della ristorazione dell’edificio, un sistema ingegnoso che ha permesso di produrre in loco il 55% dell’energia necessaria.

Oltre il 95% dei materiali da costruzione utilizzati sono stati riciclati e cosa ancora più importante, i materiali stessi impiegati per la ristrutturazione sono stati recuperati dalla vecchia struttura.

Un sistema a travi fredde costituisce l’impianto di condizionamento riducendo i consumi energetici, mentre i servizi igienici senz’acqua permettono di risparmiare sui consumi idrici. I giardini pensili interni ed il tetto giardino aumentano l’isolamento termico dell’edificio, riqualificando nello stesso tempo la qualità estetica dell’edificio.

 3

Oggi l’edificio emette il 40% in meno delle emissioni, mentre il 20% dell’energia termica e il 60% del fabbisogno energetico vengono prodotti in loco, arrivando secondo le stime ad un risparmio di 250.000 sterline l’anno. Tutti gli interventi applicati saranno ripagati in meno di 4 anni.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *