• Articolo Roma, 14 febbraio 2012
  • "Earth Hour City Challenge", la sfida internazionale lanciata in occasione dell'evento "l'Ora della Terra"

    L’Ora della Terra per reinventare le città sostenibili

  • Il WWF sfida le città a colpi di sostenibilità, per premiare i Comuni che hanno saputo investire nelle buone pratiche di ecologia urbana, risparmio, innovazione, socialità e stile di vita.

(Rinnovabili.it) – “Reinventare la città”, sarà questo il motto della sfida lanciata da WWF, a centinaia di piccoli e grandi Comuni internazionali, in occasione dell’evento globale Earth Hour, che anche quest’anno spegnerà simbolicamente le luci a monumenti e luoghi simbolo del Pianeta come monito per la lotta ai cambiamenti climatici.

Si tratta di un’iniziativa nuova, il City Challenge, che chiamerà i cittadini e le amministrazioni pubbliche a promuovere le “buone pratiche” per la propria città, per dare una svolta sostenibile al futuro, ispirando azioni concrete a favore di tematiche quali la decarbonizzazione, i rifiuti, l’acqua, i trasporti, il consumo del suolo, le abitazioni ed ovviamente l’energia. Una sfida globale che permetterà alle numerose città italiane che riusciranno a candidarsi, di confrontarsi direttamente con realtà straniere impegnate nel medesimo progetto ma a livello internazionale.

La trasformazione in chiave sostenibile è possibile e lo dimostrano anche i numerosi esempi di città che ad oggi sono riuscite a cambiare le cose intervenendo a diversi livelli. A testimonianza di questi casi esemplari, il WWF ha prodotto il report “Urban Solution- Soluzioni urbane per un pianeta vivente”, che riporta esempi virtuosi quali Friburgo, la città tedesca simbolo della mobilità sostenibile dove il 50% degli spostamenti avviene  a piedi o in bici; la città di Hyderabad (India), che utilizza le acque reflue per l’irrigazione; l’Avana (Cuba) eccellente esempio dell’efficienza del “Km 0”, dove il 40% del consumo cittadino di verdure avviene tramite l’agricoltura urbana; il distretto di Merton a Londra, dove il mercato delle energie rinnovabili è stato potenziato a tal punto da introdurre piccole turbine eoliche, pompe di calore, riscaldamento a biomasse, pannelli solari fotovoltaici e termici; e ancora l’esempio di Stoccolma, Berlino e Rizhao, la città cinese che sta guidando il passaggio verso l’energia solare attraverso l’installazione di pannelli solari su tutti i nuovi edifici.

Per “ispirare” le nostre città, il WWF sta inviando in questi giorni un kit per la sostenibilità urbana, contenente le 10 azioni alle quali i Comuni potranno ispirarsi per reinventare la città:

  1. Partecipazione, democrazia, equità nelle diverse parti della città.
  2. Promuovere la green economy e la Blue economy, secondo cui le soluzioni tecnologiche innovative vanno ricercate facendo riferimento alle soluzioni esistenti in natura.
  3. Migliorare le prestazioni energetiche della città e degli edifici.
  4. Progettare la città senza consumare nuovo suolo e preparandola ai cambiamenti climatici.
  5. Un modo diverso di muoversi, aumentando le opportunità di utilizzare il trasporto pubblico e favorire gli spostamenti a piedi e in bicicletta.
  6. Creare reti verdi e blu, e dunque favorire la continuità con le aree naturali, per una maggiore biodiversità urbana.
  7. Diffondere gli orti urbani e l’agricoltura di prossimità.
  8. Strade, piazze e parcheggi verdi.
  9. Una diversa gestione dei rifiuti nella logica delle 4 R (ridurre, riutilizzare, recuperare, riciclare).
  10. Riutilizzare le acque piovane e le acque depurate.

Per candidarsi a ruolo di Città Sostenibile per l’Earth Hour City Challange 2012 ci sarà tempo fino al 29 febbraio, dopo di che si procederà alla selezione degli esempi più virtuosi ed all’elezione delle città italiane che avranno l’onore di confrontarsi con le numerose città internazionali.