• Articolo Roma, 8 febbraio 2013
  • Protocollo d’Intesa siglato da ANCI e Associazione dei Comuni Virtuosi

    Migliorare le città partendo dal basso

  • Delrio: “Occorrono piani strutturali ad impatto zero per un cambiamento che sia vero”

(Rinnovabili.it) – Anci e Comuni Virtuosi hanno firmato ieri il nuovo protocollo d’intesa dedicato allo sviluppo sostenibile. L’accordo ha la finalità di promuovere nei municipi del Belpaese lo sviluppo di progetti e di iniziative atti all’educazione, la sensibilizzazione e la formazione ambientale, così come alla tutela e la valorizzazione della biodiversità, la promozione del risparmio energetico, delle rinnovabili, del riuso e del riciclo dei rifiuti. Una mossa strategica per rendere i comuni protagonisti del cambiamento che l’Italia si è imposto. “In Europa  i governi puntano forte sull’autosufficienza energetica e sulle fonti rinnovabili. Da noi questo non accade e si preferisce procedere per decreto – ha commentato il presidente dell’Anci, Graziano Delrio. – Occorrono invece piani strutturali ad impatto zero per un cambiamento ‘vero’ che in questo caso non può non passare dal coinvolgimento pieno dei Municipi italiani”.

 

La speranza dell’associazione, espressa nelle parole del Presidente è che anche in Italia si vada verso un percorso di “autonomia energetica” avviando fin da subito un cambiamento “dal basso” e dunque senza aspettare un’imposizione superiore. “Lavoreremo per mettere a valore questo genere di iniziative – ha concluso Delrio – perché la casa dei Comuni italiani è sempre aperta quando ci sono iniziative come questa che puntano a migliorare la qualità della vita e delle amministrazioni”.