• Articolo San Francisco, 23 dicembre 2016
  • Mini case modulari, così San Francisco pensa ai senzatetto

  • Ciascun modulo misura appena 14,8 mq di superficie e può essere composto con altri fino ad un massimo di 200. Secondo l’ideatore Patrick Kennedy è la soluzione giusta per la città californiana

Mini case modulari, così San Francisco pensa ai senzatetto

 

(Rinnovabili.it) – San Francisco prova a risolvere la questione dei senzatetto grazie alle mini case. Secondo un sondaggio commissionato nel 2015 dall’amministrazione cittadina, quasi 7mila persone dormivano regolarmente per strada. Quello stesso anno, il comune ha speso 240 milioni di dollari in servizi per i senza tetto, dei quali esattamente la metà destinati al sostegno all’affitto. Patrick Kennedy è convinto di aver trovato la soluzione più adatta.

A capo di un team dell’azienda Panoramic Interests, Kennedy ha puntato sulle mini case e ha realizzato MicroPAD. Si tratta di un piccolo modulo abitabile, prefabbricato, che può essere utilizzato secondo due modalità: singolarmente oppure in composizione con altri, fino ad un massimo di 200. Il progetto infatti ha puntato molto sulla modularità di MicroPAD in modo da garantire all’amministrazione la maggior flessibilità possibile nell’utilizzo su larga scala. Soprattutto, il progetto di Kennedy ha dei costi di realizzazione estremamente bassi.

 

 

Mini case modulari, così San Francisco pensa ai senzatettoÈ questo il significato di PAD: Prefabricated Affordable Dwelling, cioè abitazione prefabbricata conveniente. Secondo Panoramic Interests possono essere collocate ovunque, ma potrebbero risultare più efficienti in ambiti urbani densamente popolati. Costruiti su un’intelaiatura d’acciaio per un totale di 14,8 mq di superficie, i moduli vengono assemblati off-site garantendo così anche un risparmio sotto il profilo temporale, un punto di forza per un progetto come questo dove si possono verificare delle emergenze cui occorre rispondere nell’immediato.

Nei mesi scorsi Kennedy ha cercato di convincere l’amministrazione di San Francisco della bontà della sua soluzione, dando dimostrazioni pratiche soprattutto nel quartiere di Ninth and Mission, dove si trova una quota significativa dei senzatetto della città. Non è detto che riceva il via libera. Un episodio avvenuto di recente a Los Angeles dovrebbe far riflettere. Anche in questa città era stato avviato un progetto pilota con mini case per i senzatetto. Ma dopo le lamentele dei vicini, tutti e 37 i senza fissa dimora che vi abitavano sono stati costretti a lasciare quei moduli.

Un Commento

  1. vittoria de salvia
    Posted dicembre 27, 2016 at 8:19 am

    questi moduli risolverebbero il problema dei rifugiati che vivono in concentrazioni disumane in località in provincia di Foggia,cosa costa in euro un modulo ? grazie

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *