• Articolo Almere, 5 luglio 2012
  • Presentato il masterplan per la città di Almere proposto da MVRDV per l'expo Floriade 2022

    MVRDV trasformerà Almere in “greencity” entro il 2022

  • Un incredibile masterplan che trasforma la città olandese in una vera “città giardino” ideale, dotandola di urban farm, università verdi, greenbuilding, hotel e uffici immersi nella natura

MVRDV traformerà Almere in "greencity" entro il 2022 - fonte: MVRDV(Rinnovabili.it) – Sono stai presentai gli accattivanti masterplan con i quali il team di architetti della MVRDV, incaricati ufficialmente, hanno intenzione di trasformare la città olandese di Almere in vista del prossimo expo nazionale “Floriade 2022”, un evento decennale dedicato all’orticoltura. Non solo un progetto temporaneo per il tempo di svolgimento dell’evento, ma un vero e proprio progetto di trasformazione urbana, quello scaturito dalle menti di MVRDV che vorrebbe tramutare Almere in una città giardino, educando gli abitanti ad uno stile di vita sostenibile, ecologico e efficiente. Le proposte contenute nel masterplan prevedono di estendere un brano di città di 45 ettari lungo una penisola adiacente al waterfront del lago che bagna la città di Almere, inserendo un fattore di verde urbano ed aree attrezzate il 300% più esteso rispetto alla norma.

Secondo le previsioni dei tecnici infatti, Almere entro un decennio dovrà essere in grado di ospitare fino a 60.000 nuove case in più per accogliere i futuri abitanti, muovendosi in questa direzioni i progettisti di MVRDV hanno immaginato di estendere la grande importanza riservata alla componente paesaggistica e verde portata avanti durante la manifestazione all’intera città, progettando sin da ora padiglioni da adibire in un secondo momento ad università, biblioteche, uffici, abitazioni, edifici pubblici, il tutto inserito all’interno di un percorso verde rigoglioso ed attrezzato.

MVRDV traformerà Almere in "greencity" entro il 2022 - fonte: MVRDVLa proposta punta a trasformare lo stile di vita degli abitanti che vivono in ambito urbano, agendo anche sul sistema della mobilità, sulla possibilità di coltivare una parte dei cibi di prima necessità direttamente nei confini della città, di beneficiare di pareti verdi anche all’interno di uffici, hotel, scuole, di produrre energia pulita e rinnovabile in loco abbattendo il problema del “trasporto” dell’energia, creando una città a tutti gli effetti realizzabile, rinnovabile ed ecologica.

Il progetto dovrà ora attendere il verdetto della giuria che deciderà quale tra le città candidate di Almere, Amsterdam, Groningen e Boscoop, ospiterà le prossime Floriadi del 2022.