• Articolo Napoli, 5 aprile 2012
  • Lo scorso mese Amministrazione comunale e soggetti privati hanno costituito l'associazione Napoli Smart City

    Napoli conferma l’impegno Smart e si apre ai cittadini

  • Prosegue l’impegno della città campana per la candidatura a Smart CIty attraverso numerose iniziative indirizzate alla raccolta differenziata, alla riduzione del traffico ed all’efficienza energetica.

(Rinnovabili.it) – L’immagine di Napoli sta cambiando, o più precisamente, questo è il desiderio espresso dall’Amministrazione comunale che lo scorso mese, guidata dal vicesindaco Tommaso Sodano, ha approvato una delibera per candidare Napoli a Smart City.

“La parola d’ordine per la Napoli del domani è ‘smart’. Il Comune sta infatti lavorando per ridisegnare la città in modo che sia improntata alla sostenibilità, ad una migliore organizzazione dei servizi offerti ai cittadini e ad una maggiore interazione con essi, affinché vengano adottate dai governi locali misure e politiche che rispondano veramente ai loro bisogni. Per i cittadini consiste dunque in una città maggiormente vivibile, dove trovano una giusta integrazione l’ambiente, le persone, le tecnologie”.

Sono queste le parole con cui il vicesindaco ha esordito durante un importante incontro che si è svolto presso Palazzo San Giacomo, per approfondire il tema parlando di idee, progetti e documenti indispensabili per realizzare concretamente l’associazione tanto attesa “Napoli Smart City”.

I partecipanti a questa importante iniziativa, soggetti piccoli e grandi, si stanno attivando per far partire i progetti che potrebbero consentire a Napoli di candidarsi ai bandi recentemente indetti dal MIUR, nella speranza ulteriore di trasformare la città rendendola un esempio qualitativo livello europeo. Ad oggi le iniziative condotte dall’Amministrazione hanno spaziato in diversi ambiti: dalla raccolta differenziata porta a porta alla zona a traffico limitato, dalla pista ciclabile all’installazione di impianti fotovoltaici sugli edifici pubblici; dalla sostituzione del parco lampade da incandescenti a risparmio energetico per l’illuminazione pubblica alla promozione della zona a talento liberato.