• Articolo Robstown, 9 settembre 2014
  • Progressi nel campo dei materiali per l’isolamento termico

    Più sottili ma più isolanti: arrivano i pannelli C-SIS

  • Coperti da una lamina in fibra di vetro, i pannelli C-SIS sono isolanti multitasking: proteggono da vento, acqua, calore e durano più a lungo

Più sottili ma più isolanti arrivano i pannelli C-SIS-300(Rinnovabili.it) – Il nuovo sistema C-SIS per la copertura e l’isolamento degli edifici sarà in grado di elevare l’efficienza energetica, sveltire i processi, accelerare i tempi di costruzione e aumentare le performance di ogni costruzione. Il sistema combina isolamento termico con una barriera aria/acqua e un meccanismo per il drenaggio dell’acqua piovana. Tutto in un pannello di basso spessore, che può essere installato facilmente. Il sistema C-SIS per la copertura e l’isolamento è sviluppato per rimpiazzare il tradizionale uso del compensato: solitamente le barriere aria/acqua e, talvolta, le strutture per la schermatura dalla pioggia, devono essere installate dopo la copertura, separatamente. Invece i pannelli C-SIS contengono già ciascuna di queste proprietà, garantendo oltretutto anche un buon isolamento termico. Un sottile foglio costruito con il sistema C-SIS, infatti, permette di elevare parecchio la capacità isolanti dei muri tradizionali. Basti pensare che una copertura in pannelli di spessore 2,8 centimetri aumenta la capacità isolante di R-6, mentre la misura da 5,3 cm raddoppia questo valore, elevandolo a R-12.

 

Tutto ciò gioca a favore di un accrescimento dell’efficienza energetica e di un contenimento dei costi. La composizione della pellicola esterna è un composto di fibra di vetro rinforzata sigillata chimicamente. I rischi che il pannello, una volta protetto dalla pellicola, subisca danni da umidità o muffe sono molto bassi. Secondo i costruttori, farebbe registrare performance ottimali anche in zone altamente ventose, diventando un prodotto multitasking per il green building, che elimina la necessità di materiali addizionali. Addio anche ai prodotti chimici: non servono trattamenti anti insetti perché il sistema impedisce l’accesso alla maggior parte di essi. Un altro comune problema nell’isolamento degli edifici è il distacco di pellicole adesive che però, in questo prodotto, non vengono utilizzate. Tutte queste caratteristiche permettono di risparmiare il 20-30% dell’energia utilizzata da sistemi Hvac (Heating, Ventilation and Air Conditioning).

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *