• Articolo Il Cairo, 16 febbraio 2015
  • Green wall in climi estremi

    Una parete verde idroponica per regalare un giardino a Il Cairo

  • La parete verde dei Green Studios parte dal concept di un bosco stilizzato per purificare l’aria della casa HR a Il Cairo

Una parete verde idroponica per regalare un giardino a Il Cairo

 

(Rinnovabili.it) – Il Cairo ha 9 milioni di abitanti e pochissimi spazi verdi, non c’è quasi nessun giardino a depurare l’aria e a restituire ossigeno in atmosfera. Una soluzione al problema potrebbe essere la parete verde degli architetti libanesi di Green Studios, realizzata proprio nella capitale egiziana; il progetto è nato per mostrare le potenzialità dei giardini verticali che in pochissimo spazio sanno migliorare l’aria e l’aspetto della città.

L’idea è stata quella di riprodurre l’immagine di un bosco in una casa privata, la residenza HS. Gli architetti hanno utilizzato elementi lignei per ricordare tronchi e rami e aree con specie rampicanti omogenee per simulare le chiome degli alberi.

 

Una parete verde idroponica per regalare un giardino a Il Cairo

 

La parete verde di 120 metri quadrati è ancorata alla muratura con un telaio in acciaio inox ed ha un strato di isolamento per proteggere le radici dalle temperature altissime del clima Medio Orientale. La coltivazione è di tipo idroponico, il sistema in cui la terra è sostituita da uno strato inerte e l’irrigazione e la fertilizzazione avvengono mediante tubicini nascosti dietro lo strato di vegetazione. La tecnologia del Green Studio è stata testata in condizioni climatiche estreme ed è capace di sopportare le forti escursioni termiche dell’habitat desertico.

 

“La nostra parete verde dà l’idea di come il design e la tecnologia idroponica, combinati insieme, possano creare notevoli aggiunte in uno spazio.” Spiega Pamela Haydamous, architetto paesaggista dei Green Studios.

 

Una parete verde idroponica per regalare un giardino a Il CairoIl bosco stilizzato, oltre a dare un piacevole colpo d’occhio, è capace di migliorare notevolmente la qualità dell’aria in cui è inserito. I tronchi diffondono la luce indiretta in tutta l’area della parete e danno un atmosfera molto suggestiva durante la notte, illuminando il giardino verticale con le lampade nascoste tra legno e telaio.

 

In Medio Oriente stiamo assistendo all’installazione di numerosi green wall anche negli spazi pubblici. Secondo Indjy Shawket, docente del Dipartimento di Architettura all’Università del Cairo: “Il verde urbano può affrontare le sfide derivanti dal cambiamento climatico, come il riscaldamento globale. Le pareti viventi possono avere un ruolo fondamentale in questo.”

Un Commento

  1. salem mohsen
    Posted febbraio 20, 2015 at 8:08 am

    salve
    sono d’accordo e mi piace molto l’idea del verde in una città come il cairo che una volte era la valle del nilo mentre ora cosi deserta che sempra quasi impossibile.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *