• Articolo Barcellona, 3 gennaio 2012
  • La Casa solare progettata dalla multinazionale spagnola Endesa

    Pronto il centro di controllo della Smartcity Barcellona

  • Inaugurato durante il Congresso SmarCity Expo World di Barcellona, il padiglione solare intelligente: centro di controllo ed esempio concreto del progetto Smart Grid per la città catalana.

(Rinnovabili.it) – Il nuovo centro di controllo della Rete intelligente per la Barcellona del futuro è finalmente completato. L’edificio sarà il cuore pulsante ed il laboratorio per le sperimentazioni sull’efficienza energetica, sulla mobilità sostenibile e sulla smart grid, del progetto lanciato dalla multinazionale spagnola Empresa, che trasformerà Barcellona in una delle più importanti SmartCity del mondo. Il nuovo padiglione, collocato lungo il Muelle de la Marina, è stato progettato dall’Instituto de Arquitectura Avanzada de Cataluña e per tutto il 2012 avrà una duplice valenza: oltre ad essere il centro di controllo temporaneo di SmartCity Barcelona, si aprirà al pubblico come dimostrazione tangibile delle potenzialità del progetto, illustrando mese per mese i progressi compiuti e la tecnologia applicata da Endesa in materia di Teleriscaldamento, veicoli elettrici, produzione energetica, monitoraggio e promozione della rete energetica rinnovabile cittadina e puntuale.

Oltre ad accogliere la mostra permanente dedicata alla Smartcity, l’edificio è un esempio concreto delle potenzialità che l’applicazione dei principi green possono avere sulle costruzioni. Composto da una struttura leggera e modulare in legno e ricoperto da pannelli fotovoltaici, il padiglione ha un consumo medio giornaliero di 20kWh a fronte di una produzione energetica di oltre 100 kWh.

Si tratta di una vera e propria casa solare, dove l’efficienza energetica viene raggiunta solo grazie all’integrazione tra i sistemi attivi di produzione ed i sistemi passivi di contenimento dei consumi. Ovviamente, trattandosi di un padiglione espositivo, non c’erano limitazioni di forma, in questo modo è stato possibile ridisegnare completamente la struttura in base all’orientamento delle facciate, all’inclinazione dei pannelli fotovoltaici ed al guadagno solare massimo per i mesi estivi: pannelli fotovoltaici inclinati di 30 gradi verso sud, per guadagnare energia in inverno, affiancano pannelli inclinati di 70° per captare energia d’estate e, nello stesso tempo, schermare gli ambienti interni dai raggi diretti del sole.