• Articolo Padova, 24 ottobre 2011
  • Il 26 ottobre avverrà la premiazione

    Qualità di vita, qualità di architettura

  • Eletto il vincitore dei 328 progetti in gara per il Premio Internazionale sul tema del rinnovamento urbano. In mostra anche i grandi interventi di riqualificazioni metropolitana.

(Rinnovabili.it) – La Biennale Internazionale di Architettura, promossa dalla Fondazione Barbara Cappochin, dall’Ordine degli architetti e dal Comune di Padova, ha annunciato i vincitori dell’edizione 2011 del Premio Internazionale sul grande tema del rinnovamento urbano sulla base della sostenibilità, dell’uso di nuove tecnologie, della integrazione e continuità con il tessuto urbano esistente, attraverso non solo l’esposizione di esperienze nazionali e internazionali, ma dibattiti e tavole rotonde con architetti, urbanisti, economisti, giuristi, esperti in sociologia urbana, amministratori di città nazionali e internazionali oggetto di virtuoso intervento innovativo.

Ad accompagnare i vincitori un’interessante mostra dedicata al tema della “Rigenerazione urbana sostenibile” che illustra attraverso una selezione di 18 tra i migliori progetti di trasformazione urbana, l’attualissimo tema della città del domani, in chiave “smart”, green ed innovativa, focalizzando l’attenzione sui centri urbani più importanti, come Milano, Madrid, New York e Copenaghen. Si è aggiudicato il riconoscimento più importante, che verrà consegnato durante la cerimonia di premiazione il 26 ottobre, il progetto del Consejo Ribera De Duero, ad opera dell’architetto italiano  Fabrizio Barozzi e dello spagnolo Alberto Veiga. Menzione speciale và fatta per l’interessante progetto per l’Environmental Department a Saragozza di Jaime Magen, che offre una soluzione innovativa sia sotto il profilo del risparmio energetico e dell’utilizzo delle energie rinnovabili, che per l’integrazione della struttura al contesto ambientale e sociale.