• Articolo Roma, 5 luglio 2012
  • Pubblicata la classifica del Campionato europeo delle rinnovabili

    Res Champions League: Padova la più rinnovabile tra le grandi città

  • Consegnati oggi a Roma 12 riconoscimenti della competition che premia i centri urbani più avanti nella rivoluzione energetica sostenibile. Sul podio anche Grosseto al secondo posto tra i comuni medi

(Rinnovabili.it) – In Europa è in corso una rivoluzione energetica dal basso che sta lentamente cambiando il volto produttivo dei Ventisette. Uno dei segni più evidenti di questa metamorfosi è rappresentata dai dodici comuni vincitori della Res Champions League, la gara che dai primi anni del 2000 premia le amministrazioni locali distintesi per performance e politiche energetiche green. Il campionato europeo per le energie rinnovabili ha assegnato oggi a Roma le medaglie ai trionfatori del 2012 nelle quattro categorie di concorso: comuni fino a 5mila abitanti (piccolissimi), quelli tra 5 e 20mila abitanti (comuni piccoli), tra i 20 e i 100mila (medi) e quelli oltre i 100mila residenti (grandi).

E se anche quest’anno Germania e Francia possono vantare il maggior numero di piazzamenti, un importante riconoscimento è stato assegnato anche al Bel Paese che grazie alla vocazione energeticamente green di Padova si aggiudica il primo posto nella classifica delle grandi città. I centri cittadini sono stati scelti in base ai risultati conseguiti in “competizioni nazionali” in 12 paesi europei – Austria, Belgio, Bulgaria, Francia, Germania, Italia, Polonia, Scozia, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Ungheria – promosse dalle associazioni partner, tra cui Legambiente organizzatrice della cerimonia di premiazione capitolina.

In tutta Europa è in corso una rivoluzione energetica dal basso, con progetti sempre più ambiziosi che dimostrano come oggi puntare sulle fonti rinnovabili sia l’unica prospettiva energetica da percorrere e la migliore risposta alla crisi economica – ha commentato vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini . – I dati di diffusione del fotovoltaico, i premi assegnati anche quest’anno a Comuni italiani dimostrano quanto il nostro territorio sia ricco di risorse ed esperienze di successo per quanto riguarda le fonti rinnovabili. Ora spetta al governo dare continuità a questa prospettiva, facendo in modo che i decreti con gli incentivi per solare, eolico e le altre rinnovabili non abbiano quell’impatto devastante sul settore come denunciato da più parti in questi mesi”.

A fare di Padova la numero uno tra i comuni con più di 100 mila abitanti è essenzialmente l’impegno dimostrato dall’amministrazione sul fronte dell’efficienza energetica e della riduzione delle emissioni di anidride carbonica, dove il comune sta tentando di allinearsi all’obiettivo europeo del 20%. I progressi sul fronte della produzione energetica da fonti rinnovabili parlano da soli: sono stati istallati 572 mq di solare termico, 42.700 kW di fotovoltaico, 0,75 kW di mini eolico, 590 kW di mini idro, 200 kWe e 90 kWt di geotermico, 11,3 MW ottenuti dalla biomassa, 1.980 kWe alimentati a biogas.

Ma il comune veneto non è l’unica realtà italiana ad esser stata premiata dal Res Champion Leauge. Grosseto si è infatti piazzata al secondo posto tra i comuni di media grandezza grazie ai progetti di comunicazione e al suo dato di potenza verde: 432 mq di solare termico, 12.900 kW di fotovoltaico, 60 kW di minieolico, 470 kW di mini idro, 19 kWt di geotermia e 1.248 kWe di biogas. A ciò si aggiunge un ragionato progetto di mobilità elettrica e la campagna Eternit Free.

La classifica del RES Champions League 2012

Comuni piccolissimi (fino a 5.000 abitanti)
1 posto: Tramayes (France)
2 posto ex-aequo: Friedrich-Wilhelm-Lübke-Koog (Germany)
2 posto ex-aequo: Boly (Hungary)

Comuni piccoli (5.000 – 20.000 abitanti)
1 posto: Tacherting (Germany)
2 posto: Le Mené (France)
3 posto: Szarvas (Hungary)

Comuni medi (20.000 – 100.000 abitanti)
1 posto: Leutkirch (Germany)
2 posto: Grosseto (Italy)
3 posto: Zlin (Czech Republic)

Comuni grandi (> 100.000 abitanti)
1 posto: Padova (Italy)
2 posto: Erlangen (Germany)
3 posto: Besançon (France)