• Articolo Roma, 5 novembre 2007
  • Schermature solari

  • La riduzione dell’irraggiamento dei locali interni grazie a brise soleil e schermature solari applicate alle parti vetrate dell’involucro.

Il modo più efficiente di ridurre il carico termico e luminoso generato dalla radiazione solare è quello di intercettare il flusso radiante prima che raggiunga la superficie vetrata e dunque l’ambiente interno. Per essere efficaci, le schermature dovrebbero pertanto trovarsi all’esterno, in quanto riescono a ridurre il carico termico dell’80%, e sono in grado di dissipare all’esterno parte della radiazione solare assorbita. Le schermature interne non sono adeguate contro il surriscaldamento in quanto, nonostante siano ben accessibili e di facile manutenzione, consentono solo di riparare dalle luci abbaglianti, riducendo i consumi energetici del 20%.

L’efficienza delle schermature solari dipende dalla tipologia, posizione e adattabilità alla variabilità della luce.

I sistemi di schermatura possono essere classificati a seconda della posizione, esterni o interni; tipologia, brise soleil, tende a lamelle, veneziane, oscuranti con lamelle con telaio, schermi scorrevoli, schermi fissi, schermi a lamiera, tende tessili tra guide, schermi avvolgibili; modalità di movimento orientabile, fisso; materiale alluminio estruso anodizzato o termolaccato, alluminio- legno, legno, pvc, lamiera metallica microforata, vetro, vetro+silicio mono o policristallino, cotto.

Le schermature rigide, adattabili alle varie condizioni di luce diurna, comprendono i frangisole orientabili tipo brise soleil, con lamelle inclinabili che possono essere regolate secondo l’angolo d’incidenza della luce diretta, e i frangisole fissi.
Le pale orientabili sono costituite da un telaio, con anima di irrigidimento centrale, sono predisposti con guide per la posa dei perni di rotazione e i profili sono sostenuti da apposite mensole o fissati direttamente alle opere murarie. La rotazione delle palette sul proprio asse geometrico può avvenire mediante comandi manuali o elettrici.
Sul mercato sono presenti brise-soleil fotovoltaici con numerosi vantaggi: ridotto impatto ambientale, possibilità di generazione decentrata dell’elettricità direttamente nei luoghi di utilizzo, modularità delle realizzazioni possibili. Questi sistemi schermanti, costituiti da lame di vetro che incorporano celle di silicio mono o policristallino, oltre a convertire la radiazione incidente, limitano infatti il guadagno solare, fungendo da elementi ombreggianti.
I frangisole fissi presentano strutture leggere, in alluminio anodizzato estruso, cotto e legno. Si tratta di elementi assemblati a secco e messi in opera tramite dispositivi a fissaggio meccanico, in modo da formare un grigliato di schermatura, la cui efficacia può essere modulata in funzione dell’interasse degli elementi. Infatti lo schermo realizzato con elementi in cotto di varie dimensioni e forme per adeguarsi a precise esigenze estetiche, può essere modulato nel passo in modo da creare effetti di luce ed ombra, schermare i raggi solari e garantire i corretti rapporti di luce/volume richiesti dalle normative.

Le schermature esterne flessibili comprendono:
-tende a lamelle: è possibile ottenere il dosaggio della luce e della visione esterna variando l’angolazione delle lamelle;
-veneziane: sono frangisole impacchettabili orientabili con lamelle in alluminio o legno, concave o piatte;
-oscuranti a lamelle con telaio: persiane oscuranti orientabili o a lamelle fisse, in alluminio, legno, pvc, con comandi manuali o elettrici, per la movimentazione e/o chiusura delle lamelle;
-schermi scorrevoli: persiane in alluminio, legno, pvc; tende a pannelli in legno, frangisole scorrevoli composti da profilati lamellari in pvc, con comandi manuali o elettrici per la chiusura o apertura dei sistemi;
-schermi fissi: grigliati metallici in alluminio e pvc;
-schermi a lamiera: pannelli di varie dimensioni, forme e tipologie di maglia, colori e finiture superficiali;
-tende tessili tra guide: estraibili tramite un meccanismo azionato a mano con una manovella o con un motorino elettrico. Gli impianti elettrici possono essere collegati ad un sistema di regolazione automatica centrale per tenere sotto controllo le diverse condizioni di sole e di vento. Il tessuto con caratteristiche ottiche e meccaniche molto superiori rispetto a quelle vecchie; a seconda del tipo di fibra, di filo, di trama e di colore permettono di ottenere diversi gradi di traslucidità;
-schermi avvolgibili: a rullo in tessuto o alluminio

Attraverso il movimento degli schermi e la variazione della permeabilità della radiazione solare si modifica l’aspetto dell’edificio, influenzando in maniera considerevole la facciata.

“schermatura solare Brise soleil rigidi.pdf”:http://www.rinnovabili.it/file_download/5

“schermatura solare flessibile.pdf”:http://www.rinnovabili.it/file_download/7