• Articolo Boston, 2 novembre 2011
  • Case sempre più smart e sempre più economiche

    Se cala il costo dell’energia si accende il forno

  • Elettrodomestici intelligenti in grado di pianificare il loro avvio in base al costo dell’energia, dotati di auto-diagnosi ed inseriti nella Smart-grid del fornitore nazionale di energia.

(Rinnovabili.it) – Degni dei migliori film di fantascienza gli elettrodomestici prendono vita e diventano intelligenti. L’efficienza energetica è già da tempo contemplata nella produzione dei componenti per l’architettura, migliorando al massimo le prestazioni in un’ottica di riduzione dei consumi e grazie all’introduzione delle categorie di certificazione ben note a tutti noi (A, A+, B,…). Ma grazie ad uno studio condotto dai ricercatori del MIT in collaborazione con General Elctric e l’azienda LG, i nostri apparecchi avranno la possibilità di comunicare tra loro, scegliendo quando attivarsi in base al prezzo dell’energia, relativo alla domanda di mercato: ad esempio un  frigorifero potrebbe ritardare il suo ciclo di sbrinamento per il tempo necessario o la lavastoviglie potrebbe avviare il lavaggio in un momento di calo dei costi.

Secondo il sistema ideato dagli sviluppatori, tutte le apparecchiature elettriche della casa oltre ad essere connesse tra loro come nei più tradizionali sistemi domotici, potrebbero venire inseriti in una smart-grid direttamente gestita e controllata dall’azienda di fornitura elettrica, che in tal modo, potrebbe pianificare secondo una distribuzione uniforme le esigenze energetiche. Potrebbe sembrare al quanto inquietane questo controllo capillare, quasi sulla scia del celebre romanzo di George Orwell, in realtà bisogna sottolineare che l’ultima parola spetta sempre all’utente finale, il padrone di casa, il quale rimarrebbe sempre l’interfaccia finale per qualunque decisione. Come avviene già oggi con le moderne tecnologie di gestione dei consumi, il controllo e la pianificazione dei consumi dovrebbe essere visualizzabile direttamente su PC o su smartphone, mediante un sistema WiFi, che consentirebbe all’utente di programmare i parametri più congeniali. Ma l’innovazione non si ferma qui. Secondo i ricercatori della General Elctric, gli elettrodomestici smart che entreranno presto in commercio, saranno anche dotati di un sistema di auto-diagnosi, capace di individuare l’eventuale guasto tecnico ed, eventualmente, inviare direttamente una richiesta ad un tecnico di supporto.