• Articolo Londra, 11 ottobre 2011
  • Per migliorare la qualità della vita e della salute

    Uk, al via la progettazione delle infrastrutture green

  • Dal Defra l’annuncio di un partenariato per la diffusione e la riqualifica delle aree verdi urbane

(Rinnovabili.it) – Portare la campagna in città per aiutare i cittadini a vivere meglio purificando anche l’aria che respiriamo. Con questo scopo è nata la nuova iniziaitiva del Defra britannico che punta ad aumentare per numero e dimensioni gli spazi verdi urbani in Inghilterra, come è stato annunciato oggi dal ministro dell’Ambiente, Richard Benyon. “Gli spazi verdi non sono solo importanti per la nostra salute e il benessere, ma anche per  creare luoghi dove le persone vogliono investire, generando nuovi posti di lavoro e nuove imprese – ha dichiarato il ministro – Siamo abituati a pensare al grigio quando si parla di infrastrutture come fognature, strade, linee elettriche. E’ giunto il momento di utilizzare lo stesso livello di enfasi per sottolineare le infrastrutture green. Il lancio del partenariato permetterà ai quartieri locali di fare proprio questo – sia piantando erba su un muro grigio oppure provvedendo alla progettazione di un giardino su un tetto inutilizzato.

Le aree verdi e libere nelle città sono orami introvabili; per questo il partenariato per le infrastrutture ha deciso di aiutare le comunità a progettare nuove modalità di vivere gli spazi esistenti attraverso la realizzazione di giardini pensili, giardini aperti al pubblico o pareti verdi. L’idea nasce anche dalla certezza che chi abita nei pressi di uno spazio verde vive meglio e più a lungo, come rivelato da uno studio condotto su 350mila persone. Per questo il Libro Bianco sull’Ambiente Naturale si prepone l’obiettivo di migliorare le infrastrutture green e la salute delle comunità oltre alla qualità della vita e la resilienza ai cambiamenti climatici. Spazio quindi ai progettisti di settore, agli architetti e agli ingegneri che sapranno razionalizzare le aree dandogli il giusto valore anche mediante l’impiego di materiali sostenibili e integrati all’ambiente circostante.