• Articolo Milano, 13 marzo 2012
  • "Instant House - Temporary Housing": il concorso promosso da FederlegnoArredo con il Politecnico di Milano

    Un concorso per l’abitare metropolitano in chiave green

  • La quarta edizione del concorso dedicato ai city-user e rivolto agli studenti, per sperimentare le nuove strategie residenziali che rispondano a criteri di sostenibilità, temporaneità, efficienza e vitalità.

(Rinnovabili.it) – Torna il concorso “Instant House Temporary Housing” giunto alla sua quarta edizione e promosso da FederlegnoArredo in collaborazione con il Politecnico di Milano, per lo sviluppo di progetti innovativi dedicati alle città contemporanee. Il tema 2012 del concorso, rivolto a studenti e neolaureati di architettura, ingegneria, industrial design italiani e stranieri, è il Temporary housing, la nuova frontiera dell’abitare odierno rivolta ai City-user, i nuovi abitanti delle città che, anche se occasionalmente ed in modo non continuativo, si servono della città abitandoci, vivendola e trascorrendovi molto tempo. I partecipanti al concorso dovranno riflettere sulle diverse modalità di abitare il territorio metropolitano, sviluppando proposte sensibili all’ambiente, alla sostenibilità, alle esigenze di benessere e alla qualità della vita.

L’obiettivo è esattamente quello di individuare le migliori strategie residenziali per rispondere alla nuova richiesta, inserendosi nel più vasto progetto “Campus Sostenibile”, portato avanti dal Politecnico di Milano in chiave sostenibile. Le proposte dovranno rispondere ai bisogni di una popolazione residente in mobilità e che allo stesso tempo svolga il ruolo di servizio alla comunità scientifica e ai cittadini che gravitano intorno al Campus. I progetti dovranno articolarsi su una dialettica tra spazi individuali e collettivi, un dialogo vicendevole tra comunità e città. Residenze inclusive e al contempo aperte, capaci di generare spazi accoglienti e pieni di vitalità.

“Sono migliaia e in costante crescita le persone a Milano che utilizzano la città in modo saltuario e occasionale – afferma Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo. Si tratta di una nuova modalità di vivere gli spazi metropolitani che apporta un arricchimento culturale e vitalità urbana. È  una risorsa essenziale per lo sviluppo di una nuova forma di abitare. Il concorso è una sfida innovativa e coerente con le richieste del mercato che chiedono di coniugare rigore economico e costruttivo con i valori di sostenibilità ambientale e sociale e l’elevata qualità progettuale”.

Gli edifici progettati dovranno anche tenere conto dei materiali costruttivi, utilizzando elementi che considerino la necessità di rapida e semplice realizzazione, a costi ridotti e, soprattutto, che rispondano alle specifiche esigenze tecnologiche ed ecologiche, privilegiando l’utilizzo del legno.

I progetti vincitori e quelli selezionati per la menzione d’onore verranno esposti durante la prossima edizione di MADE Expo, in programma dal 17 al 20 ottobre alla Fiera di Milano Rho.

“Lo scopo del concorso InstantHouse Temporary Housing è da un lato, incentivare la sperimentazione di nuove modalità abitative per persone che non risiedono in maniera permanente in città, dall’altro cercare nuove opportunità di mercato utili alla crescita del comparto” aggiunge Andrea Negri, presidente di MADE Eventi.