• Articolo Singapore, 4 ottobre 2012
  • Dal 3 al 5 ottobre si svolge il World Architecture Festival 2012

    World Architecture Festival: innovazione e tradizione

  • Prosegue l’elenco dei vincitori delle numerose categorie del Festival dell’architettura internazionale, grandi protagoniste 2012 efficienza, innovazione e sostenibilità ambientale

(Rinnovabili.it) – E’ in pieno svolgimento a Singapore il World Architecture Festival 2012, uno dei più importanti eventi del panorama mondiale, che ogni anno premia i migliori progetti realizzati o in corso di realizzazione, secondo specifiche categorie che vanno dagli edifici residenziali, commerciali o sanitari, fino alle progettazioni paesaggistiche urbane e rurali. Le premiazioni si stanno tutt’ora svolgendo, ma ciò che colpisce positivamente è la ntevole importanza riservata all’efficienza energetica ed all’impatto ambientale dei progetti, valorizzati per le caratteristiche green oltre che per gli aspetti architettonici. L’elenco completo dei vincitori aggiornato in tempo reale è disponibile sul sito dell WAF – World Architecture Festival, tra questi ritorviamo il progetto della residenza “Stacking Green” a Ho Chi Minh City in Vietnam costruita quasi a voler realizzare una vera e propria oasi urbana, dove l’integrazione tra l’interno e l’esterno avviene grazie all’utilizzo di una serie di essenze vegetali destinate non solo a migliorare la qualità dell’aria, ma anche per la coltivazione personale.

Tra i progetti “Futuri” non ancora realizzati e per la categoria “Salute”, il premio è invece andato allo studio danese 3XN, da sempre impegnato nella ricerca della massima efficienza energetica ed ambientale delle strutture edilizie. In questo caso il progetto vincitore è quello per il nuovo ospedale Rigshospitalet – The North Wing di Copenaghen, una struttura completamente immersa nel verde e progettata nel completo rispetto dell’ambiente circostante, scegliendo materiali il più possibile naturali e valorizzando prima di tutto l’illuminazione naturale. I progettisti si aspettano che, una volta completato nel 2017, il nuovo ospedale sarà in grado di ridurre significativamente i suoi consumi energetici abbattendo di conseguenza costi ed emissioni.

Non solo le innovazioni tecnologiche e le grandi soluzioni impiantistiche hanno trovato terreno fertile durante i giorni del WAF, anche la tradizione e la valorizzazione della manodopera locale sono diventati protagonisti attraverso il progetto per l’Eco Resort Gunoot in costruzione nella regione dell’Oman. Premiato tra i progetti futuri, la struttura verrà realizzata utilizzando esclusivamente le competenze e le materie prime locali, a partire dall’abobe per i mattoni, le foglie di palma o le vecchie reti da pesca, integrando gli impianti di produzione energetica rinnovabile, con le competenze della progettazione bioclimatica.

La lista dei vincitori è in continua evoluzione ed aggiornamento, non resta che attendere fino a domani quando le priemiazioni saranno ultimate rendendo noti i nomi dei progetti destinati a segnare il panorama architettonico internazionale.