• Articolo Cambridge, 5 novembre 2015
  • Sviluppata dall’Università di Cambridge

    Una nuova batteria litio-aria può scatenare l’auto elettrica

  • Pesa poco, costa un quinto delle sorelle agli ioni di litio ed è il 90% più efficiente. La batteria litio-aria ha solo un problema da risolvere: ecco quale

Una nuova batteria litio-aria può lanciare l’auto elettrica 3

 

(Rinnovabili.it) – È ben 10 volte più potente di una moderna batteria agli ioni di litio, si carica in metà del tempo, pesa l’80% in meno e costa solo un quinto. Le caratteristiche della batteria litio-aria a cui sta lavorando un team dell’Università di Cambridge fanno sgranare gli occhi, e alimentano le speranze di un imminente addio ai motori a scoppio e dell’inquinamento da particolato fine. Per la verità, l’era dell’auto elettrica a prezzi accessibili deve attendere ancora qualche anno. Lo affermano proprio gli scienziati che stanno lavorando a questo straordinario accumulatore in Inghilterra. Dicono di aver bisogno di almeno 10 anni prima che la loro batteria sia pronta per uscire dal laboratorio e fare il suo ingresso trionfale nella produzione commerciale. Infatti, alcuni problemi tecnici sono ancora da risolvere. Ad esempio, il tasso di carica e scarica è troppo basso per un uso continuativo.

La batteria litio-aria sotto esame a Cambridge utilizza idrossido di litio anziché perossido di litio e un elettrodo in grafene. Il risultato è un accumulatore più stabile che, attualmente, sopporta 2 mila cicli di carica e scarica, e raggiunge un tasso di efficienza di circa il 93%, dicono i ricercatori. Fino a un mese fa, il record era stato di appena 150 cicli.

 

Una nuova batteria litio-aria può lanciare l’auto elettrica 2Più correttamente definita litio-ossigeno, questa batteria sarebbe la soluzione in grado di consentire ai costruttori di auto elettriche di adottare un accumulatore equivalente a quelli delle auto a benzina in termini di densità di energia. Quella del prototipo sviluppato a Cambridge, al momento, è 10 volte superiore rispetto alle attuali batterie agli ioni di litio, e sfiora le performance degli accumulatori al piombo tradizionali. Secondo gli esperti, sarà questo il momento in cui la gente comune si sentirà stimolata a rinunciare ai mezzi convenzionali con trazione a combustibili fossili, decretando finalmente il passaggio a veicoli elettrici con basse emissioni o emissioni zero. Una maggior autonomia, insieme a tempi di ricarica più brevi, saranno le due caratteristiche in grado di smuovere il mercato e mutare le abitudini di consumo degli utenti.

4 Commenti

  1. ritamir
    Posted novembre 5, 2015 at 2:46 pm

    10 anni?
    Tra dieci anni ci sposteremo su droni invisibili attraverso lo spazio-tempo.
    Meglio che si sbrighino.

    • Gabriele
      Posted febbraio 23, 2017 at 8:54 pm

      Tra 10 anni saremo tutti disoccupati ed in miseria

      • Bhe
        Posted maggio 16, 2017 at 8:18 pm

        Ottimismo portami via

  2. lara
    Posted novembre 5, 2016 at 11:56 am

    ciao! ci sono AGGIORNAMENTI?? non trovo altre notizie …
    grazie!!

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *