• Articolo Roma, 7 agosto 2015
  • Progetto Teco, l’eco-innovazione unisce Italia e India

  • Teco ha 4 anni a disposizione per realizzare una rete di scambio UE-India di esperti e innovatori nel campo della eco-innovazione tecnologica applicata al inquinamento del suolo e delle acque

 

Progetto Teco, l'eco-innovazione unisce Italia e India

 

(Rinnovabili.it) – L’impatto dello sviluppo industriale sull’ambiente è spesso severo e a volte anche drammaticamente distruttivo. Oggi le tecnologie più avanzate, basate su una migliore comprensione dei processi naturali, e la scoperta di nuovi materiali e tecniche analitiche possono aiutare a recuperare situazioni critiche legate alla eccessivo sfruttamento delle risorse naturali. Con questa finalità è nato TECO (Technological Eco-Innovations for the Quality Control of Polluted Waters and Soils) progetto approvato nell’ambito della partnership indoeuropea dedicata al sostegno della ricerca e dell’innovazione. Coordinato dal CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche, Italia) con la partnership di NEERI (National Environmental Engineering Research Institute, India) Teco ha 4 anni a disposizione per realizzare una rete di scambio UE-India di esperti e innovatori nel campo della eco-innovazione tecnologica applicata all’inquinamento del suolo e delle acque e al miglioramento della loro qualità. L’obiettivo del progetto è quello di incrementare la collaborazione fra i due paesi tra gli esperti e stimolare nuove opportunità per il settore privato al fine di fornire innovazioni specifiche soluzioni per contesti locali anche attraverso un legame rafforzato tra la ricerca e le istituzioni pubbliche.

 

Il progetto prevede anche borse di studio e ricerca, della durata variabile da 10 giorni a tre mesi, da assegnare alle migliori idee di tecnologia applicata all’ambiente che verranno poi proposte ai partner indiani per verificarne la fattibilità. ”Ai nostri giorni la sfida della tutela ambientale si vince solo affrontando contemporaneamente il problema da tutte le prospettive”, spiega all’Adnkronos Massimo Spadoni dell’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del Cnr e coordinatore del programma.  La contaminazione di acque e suoli è un processo che ha origini complesse e spesso legate a quelle stesse attività industriali che causano la liberazione di gas serra e innescano il cambiamento climatico […] . Il nostro progetto Teco ha l’ambizione di inquadrarsi in questo processo di progressiva presa di consapevolezza e di accresciuto impegno nei confronti dell’ecosistema terreste e della qualità della vita .

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *