• Articolo Ancona, 28 maggio 2018
    • Nelle Marche lo sport sposa rinnovabili e risparmio energetico

    • Le regione destina oltre 1 milione di euro agli interventi di efficientamento degli impianti sportivi dei comuni marchigiani

    marche

     

    Il volto verde dello sport in 7 comuni delle Marche

    (Rinnovabili.it) – Dall’impianto fotovoltaico a copertura delle tribune alla produzione di acqua calda tramite pompe di calore e pannelli solari. Dalla coibentazione degli edifici all’uso di sistemi di illuminazione intelligente. Dalla rete di teleriscaldamento agli impianti i cogenerazione. È lunga la lista di interventi che caratterizzano i nuovi progetti d’efficientamento degli impianti sportivi marchigiani. La regione ha stanziato oltre 1 milione di euro  per cofinanziare il nuovo volto verde dello sport attraverso il bando del Por FESR Marche.  All’interno dell’Asse del programma è previsto, infatti, il supporto alla realizzazione di interventi  pro risparmio energetico e rinnovabili al fine di  migliorare l’efficienza energetico-ambientale degli edifici pubblici, introducendo anche sistemi di contabilità che rivelino, monitorino e documentino l’evoluzione dei consumi delle strutture. La Regione Marche è pronta ora a concedere il finanziamento agli impianti sportivi dei sette Comuni marchigiani che avevano presentato domanda attraverso il bando.

     

    >>Leggi anche Dalle eco-palestre alle cantine fotovoltaiche: “I RinnovABILI” delle Marche<<

     

    “La Regione ha preso un impegno speciale nei confronti del tema dell’efficientamento energetico e ha messo in moto questi investimenti a favore di strutture importanti per la comunità e la salute come quelle sportive”, ha dichiarato il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli nel corso di una conferenza stampa. Alle amministrazioni locali, vere protagoniste dell’iniziativa, il compito di realizzare i progetti e gestirli. “Parliamo di investimenti che hanno un importante ritorno e che vanno incentivati il più possibile – ha aggiunto Ceriscioli – l’obsolescenza degli impianti e delle coibentazioni infatti, produce una spesa parassita tutti gli anni e questo è un danno per l’ambiente e per le finanze delle pubbliche amministrazioni. Questi fondi infine, sono una boccata d’ossigeno per i Comuni spesso pressati dalla gestione del quotidiano, che possono in questo modo pensare anche ad una programmazione strategica”.

    Il contributo pubblico andrà a coprire il 50% dell’investimento complessivo previsto dai progetti presentati.

     

    >>Leggi anche Stadi e centri commerciali devono scommettere sull’energia solare<<

    Tutte le News | Marche
    Con TRAM le Marche creano un nuovo modello di mobilità urbana22 settembre 2017

    Con TRAM le Marche creano un nuovo modello di mobilità urbana

    Il progetto punta a contribuire allo sviluppo di un sistema di trasporto più competitivo e di minore impatto ecologico.

    San-Severino-Marche-330 giugno 2016

    Nel PEAR delle Marche rinnovabili al 25,3% entro il 2020

    La giunta regionale ha adottato la proposta di nuovo piano energetico ambientale. Obiettivi in linea con i target della UE

    colonnine-ricarica-auto-elettriche-italia-prima-rete-privata-nazionale-alberghi-1-640x42507 gennaio 2016

    Veicoli elettrici, le Marche puntano ad una rete di ricarica capillare

    Approvata la convenzione tra Regione e Ministero dei Trasporti, finalizzata alla realizzazione del progetto “Reti di ricarica per veicoli elettrici”

    COOU Pesaro29 settembre 2015

    Marche, cresce la raccolta degli oli usati ad opera del COOU

    La prima tappa autunnale di CircOLIamo, la campagna itinerante del COOU, fornisce i dati sulla raccolta dell’olio usato nelle Marche

    Goletta Verde 2017 in liguria01 luglio 2015

    Ricerca idrocarburi, si protesta anche nel mare marchigiano

    Cresce il fronte del NO alle nuove piattaforme di trivellazione dopo l’ok del Governo alle procedure di VIA nelle Marche. Legambiente: “la Regione faccia pressione sul Governo Italiano”

    Marche09 febbraio 2015

    Comune libero da rifiuti – Waste Free”

    La Giunta regionale delle Marche approva il regolamento per l’uso del marchio “Comune libero da rifiuti – Waste Free”

    Marche12 gennaio 2015

    Trivellazioni in Adriatico. La Regione ricorre contro lo Sblocca Italia

    Spacca:”Lo avevamo annunciato e abbiamo mantenuto l’impegno”

    12