• Articolo Ancona, 22 settembre 2017
    • Con TRAM le Marche creano un nuovo modello di mobilità urbana

    • Il progetto punta a contribuire allo sviluppo di un sistema di trasporto più competitivo e di minore impatto ecologico.

    progetto TRAM

     

    (Rinnovabili.it) – Cinque territori europei stanno collaborando per dar forma ad un nuovo modello di mobilità urbana sostenibile. Sono i partner del progetto TRAM acronimo di Towards new Regional Action plans for urban sustainable Mobility. Lanciato nel 2016, il progetto ha 5 anni di tempo e un budget di oltre un milione di euro per contribuire a sviluppare un sistema europeo di trasporti che sia competitivo, efficiente in termini di risorse e a basse emissioni di carbonio, migliorando al tempo stesso l’efficacia delle politiche regionali e locali in tema di mobilità urbana.

     

    >>Leggi anche Italia fanalino di coda nella mobilità urbana europea<<

     

    Il ruolo di lead partner è stato affidato alla Regione Marche che con gli Stati generali della mobilità nuova tenuti nei giorni scorsi a Pesaro, dimostra di aver già tracciato il percorso. “Gli incontri di Pesaro – spiega l’assessore ai Trasporti, Angelo Sciapichetti –  sono stati utili per sensibilizzare le amministrazioni e mettere in comune le esperienze delle città, con lo scopo di cambiare il modello di mobilità e ripensare lo spazio urbano. Un obiettivo che rientra tra quelli che si pone Tram, iniziativa di cui siamo capofila e finanziata da Interreg Europe, che per i suoi contenuti tematici si è posizionata al secondo posto su 261 progetti candidati a livello europeo”.

     

    L’iniziativa, cofinanziata nell’ambito del programma Interreg Europe, mira a costruire un processo di apprendimento che si svolgerà attraverso 6 visite di studio e 3 workshop interregionali, focalizzati su 3 specifiche tematiche: Politiche dei trasporti; sistemi di trasporto intelligenti per le aree urbane; trasporti verdi ed a bassa emissione di carbonio.

    Il primo incontro tematico si è già tenuto a Bruxelles è seguito a una visita studio in Romania (uno dei partner assieme a Spagna, Svezia, Ungheria e Romania) dedicata a progetti di pedonalizzazione e gestione del traffico.

     

    >>Leggi anche Veicoli elettrici, le Marche puntano ad una rete di ricarica capillare<<

     

    Il processo di apprendimento interregionale dovrà condurre alla definizione e all’adozione di 5 Piani di Azione regionali che, grazie anche al supporto di esperti internazionali, indicheranno le azioni e le misure da adottare per migliore i rispettivi programmi operativi regionali o le strategie regionali. Si tratta di un processo a più mani, come spiega lo stesso Sciapichetti “Le amministrazioni pubbliche locali, le aziende di trasporto, il mondo accademico e i cittadini devono lavorare insieme per realizzare nuovi modelli di mobilità a vantaggio della sostenibilità ambientale e della vivibilità delle città”.

    Tutte le News | Marche
    San-Severino-Marche-330 giugno 2016

    Nel PEAR delle Marche rinnovabili al 25,3% entro il 2020

    La giunta regionale ha adottato la proposta di nuovo piano energetico ambientale. Obiettivi in linea con i target della UE

    colonnine-ricarica-auto-elettriche-italia-prima-rete-privata-nazionale-alberghi-1-640x42507 gennaio 2016

    Veicoli elettrici, le Marche puntano ad una rete di ricarica capillare

    Approvata la convenzione tra Regione e Ministero dei Trasporti, finalizzata alla realizzazione del progetto “Reti di ricarica per veicoli elettrici”

    COOU Pesaro29 settembre 2015

    Marche, cresce la raccolta degli oli usati ad opera del COOU

    La prima tappa autunnale di CircOLIamo, la campagna itinerante del COOU, fornisce i dati sulla raccolta dell’olio usato nelle Marche

    Goletta Verde 2017 in liguria01 luglio 2015

    Ricerca idrocarburi, si protesta anche nel mare marchigiano

    Cresce il fronte del NO alle nuove piattaforme di trivellazione dopo l’ok del Governo alle procedure di VIA nelle Marche. Legambiente: “la Regione faccia pressione sul Governo Italiano”

    Marche09 febbraio 2015

    Comune libero da rifiuti – Waste Free”

    La Giunta regionale delle Marche approva il regolamento per l’uso del marchio “Comune libero da rifiuti – Waste Free”

    Marche12 gennaio 2015

    Trivellazioni in Adriatico. La Regione ricorre contro lo Sblocca Italia

    Spacca:”Lo avevamo annunciato e abbiamo mantenuto l’impegno”

    Goletta Verde06 agosto 2014

    Goletta Verde: nelle Marche le acque non sono tutelate

    La Goletta Verde di Legambiente ha campionato le acque delle Marche evidenziando casi di forte inquinamento e aree virtuose, ma molto rimane da fare

    12