• Articolo Roma, 30 dicembre 2012
  • Le Mini Guide

    10 consigli per ridurre la bolletta elettrica del 20%

  • Basta poco per ridurre l’importo della bolletta elettrica. Spegnete gli stand-by, scollegate i caricabatteria e istallate, per iniziare, valvole termostatiche in tutti i termosifoni

 

In casa, dove abbiamo investito la maggior parte dei nostri soldi, accade qualcosa di bizzarro! Nell’era dell’informatizzazione, di internet e degli smart phone, l’unica tecnologia che ci lega ai nostri consumi elettrici è ( rullo di tamburi….) “il postino”! Eh già, sembra incredibile ma, voi in questo momento mentre state leggendo questo decalogo sapete forse quanto sta consumando la vostra casa??? La risposta per la maggior parte di voi lasciatela dire a me è… NO. Come potete migliorare il vostro comportamento energetico? Potete rassegnarvi all’abitudine di ricevere “il conto” dal caro postino e inesorabilmente pagare. Esiste invece uno strumento più utile! E’ il monitor dei consumi che legge in tempo reale i consumi elettrici e finalmente, ad ogni “azione elettrica” nella casa, corrisponderà una reazione sul vostro monitor dal quale avrete informazione utilissime che vi aiuteranno nel capire finalmente cosa accade nella vostra casa. Andiamo dunque a fare la lista di alcune cose  da fare…

 

1)  Se non lo hai ancora fatto liberati del tuo scaldabagno elettrico, da solo è di norma il dispositivo più energivoro della casa.

2)  Installa monitor dei consumi. Il montaggio è semplice, alla portata di qualsiasi persona in grado di tenere in mano un cacciavite.

3)  Grazie al misuratore dei consumi capirai finalmente perchè bisogna spegnere tutti gli standby di televisori, dvd, decoder, disinserirai dalle prese carica batterie vari etc…

4)  Sostituisci le lampadine ad incandescenza con quelle fluorescenti, o meglio ancora con quelle a LED ( leggerai il beneficio sul monitor).

5)  Metti un termometro nel frigorifero e regola finalmente la temperatura corretta in base ai gradi e non a numeri 1-2-3-4-5???? ma che vuol dire!

6)  Scosta il frigo dal muro e con un pennello da imbianchino pulisci quello “strano” radiatore che sta dietro il frigo e grazie a ciò guadagnerai facilmente tra il 5 e il 10% di efficienza

7)  Se hai gettato via lo scaldabagno e la tua acqua calda sanitaria la produci con una caldaia a gas o meglio con del solare termico, nella tua lavastoviglie scollega il tubo di adduzione dall’acqua fredda e collegalo all’acqua calda… la trasformerai in un solo colpo in una classe A++.

8)  Se devi acquistare una nuova lavatrice comprane una con la doppia adduzione (costano come quelle di buon livello a singola adduzione) o  installa un miscelatore per lavatrice che utilizza l’acqua già calda piuttosto che riscaldarla elettricamente.

9)  Se usi indiscriminatamente “il caldo bagno” elettrico considera la possibilità di mettere le valvole termostatiche in tutti i termosifoni così da regolare indipendentemente le temperature nelle singole camere. Il costo dell’energia consumata da questo dispositivo di un paio d’anni e normalmente pari al costo della quasi totalità delle valvole sostituite.

10) Se sei un cultore del forno e lo vuoi proprio elettrico considera quelli ventilati che distribuiscono il calore più uniformemente. Ricordatevi comunque di spegnere il forno alcuni minuti prima della cottura completa, perché il forno continuerà a sfruttare il calore accumulato nel suo interno. Per i più audaci per lunghe cotture potete sperimentare l’inserimento di  qualche mattone refrattario all’interno. Noi abbiamo diminuito il consumo del 5% .

 

Buon risparmio a tutti!