• Articolo Roma, 9 agosto 2012
  • Superati i 906 impianti della Germania

    All’Italia il primato per i distributori di metano

  • Leader in Europa, il Belpaese deve affrontare ancora diverse criticità come una rete ancora poco capillare, e una percentuale di miscele “bio” ancora insufficiente

(Rinnovabili.it) – L’Italia supera la Germania e diviene il primo Paese dell’Europa per numero di impianti di distribuzione di metano per auto. Lo rende noto Metanoauto.com  spiegando come la rete dei distributori nostrani conti ad oggi 912 stazioni di rifornimento. Nella classifica regionale l’oro va all’Emilia Romagna con 159 impianti, seguita dall’argento della Lombardia (130) e dal bronzo del Veneto (123). In fondo alla graduatoria, escludendo la Sardegna a cui attualmente mancano i metanodotti, troviamo invece il Molise, il Friuli-Venezia-Giulia (entrambe con 3), e la Valle d’Aosta (2).

Le nuove aperture che hanno permesso al Belpaese di scavalcare la nazione teutonica (ferma a 906 impianti) sono state la diretta conseguenza del vero e proprio boom di immatricolazioni di auto a metano registrate in questi ultimi tempi. Tuttavia non sembrano essere sufficienti a poter garantire una rete di rifornimento capillare, soprattutto a livello autostradale; a ciò vanno ad aggiungersi ulteriori criticità, come “la persistente e colpevole mancanza del self-service, che negli altri paesi europei è permesso” o la mancanza di una strategia nazionale per il trasporto pubblico a metano e per il trasporto pesante. Rimane inoltre ancora poco, in Italia, l’interesse dimostrato delle aziende distributrici di gas verso il metano per auto.