• Articolo Parigi, 9 dicembre 2015
  • Auto elettriche come batterie per la rete: parte il test europeo

  • Firmato l’accordo tra Nissan ed Enel per sperimentare anche in Europa la tecnologia Vehicle to Grid, per l’integrazione delle e-car con la rete elettrice

Auto elettriche come batterie per la rete: parte il test europeo

 

(Rinnovabili.it) – Impiegare le auto elettriche come dispositivi di accumulo energetico per la rete elettrica. E’ questo il concetto chiave che sta dietro all’acronimo V2G (Vehicle to Grid), nuova tecnologia per l’integrazione tra veicoli urbani e infrastruttura elettrica. Le sperimentazioni mondiali sono già partite e per non perdere il treno anche in Europa c’è chi ha deciso di testare le potenzialità delle auto grid-integrated. Parliamo di Nissan ed ENEL che hanno annunciato in questi giorni la firma di un accordo  unico nel suo genere: le due aziende hanno unito le forze, infatti, per sviluppare un sistema Vehicle-to-Grid che consenta ai proprietari di veicoli e consumatori di energia di utilizzare le auto come vere e proprie “centrali mobili” con cui accumulare e rimettere in rete l’energia non utilizzata.

 

In realtà le sperimentazioni si concentreranno per ora in quei paesi dall’assetto normativo più favorevole al V2G, al fine verificare l’integrazione energetica tra la rete e i veicoli elettrici e dimostrare la loro capacità di contribuire attivamente al mercato dell’energia e generare guadagni per i proprietari. La prima serie di test si svolgerà in Danimarca e Germania, per poi estendersi a Paesi Bassi ed altri paesi nordeuropei. “Il trasporto sostenibile del futuro esige migliori connessioni tra veicoli, utenze, fonti di energia rinnovabili ed edifici”, ha dichiarato PaulWillcox, Presidente di Nissan Europe. “Ecco perché l’annuncio di oggi è così importante: è il primo passo verso un ecosistema di energia automotive realmente integrato. La convergenza fra questi settori, e il progresso verso un futuro sempre più dominato dall’elettricità, rafforza le opportunità di gestione avanzata dell’energia. La tecnologia V2G ci fa progredire verso questa visione e sottolinea come l’impegno di Nissan verso l’intero ecosistema EV vada ben oltre l’esperienza di guida”.

 

La tecnologia Vehicle-to-Grid(V2G) permette una piena integrazione dei veicoli elettrici nella rete elettrica nazionale migliorandone la capacità di gestire l’energia rinnovabile e promuovendo la diffusione e la convenienza economica delle fonti rinnovabili. Grazie all’infrastruttura di ricarica e ai veicoli V2G, i proprietari di veicoli elettrici e le aziende che gestiscono grandi flotte di auto elettriche hanno l’opportunità di utilizzare le proprie auto come vere e proprie “centrali mobili” integrate nella rete. Il sistema consente ai proprietari di Nissan LEAF di ricaricare la batteria nelle fasce orarie in cui le tariffe e la domanda di energia sono più basse, per poi usare l’elettricità accumulata o rivenderla alla rete durante le fasce orarie a tariffa più elevata.

Auto elettriche come batterie per la rete: parte il test europeo

Un Commento

  1. maurizio
    Posted dicembre 12, 2015 at 10:28 pm

    Ottimo sistema

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *