• Articolo Bruxelles, 3 luglio 2019
  • Auto elettriche, da luglio scatta l’obbligo di far rumore

  • A seguito di numerosi incidenti per l’eccessiva silenziosità delle e-car, l’Unione europea ha introdotto l’obbligo dell’AVAS: un dispositivo che simula il rumore del motore a basse velocità e in retro marcia.

auto elettriche suonoIl suono sarà personalizzabile: BMW ha assunto Hans Zimmer per creare il “rombo” delle sue auto elettriche

 

(Rinnovabili.it) – Le auto elettriche prodotte in Europa dovranno far rumore: lo stabilisce una direttiva comunitaria entrata in vigore il 1° luglio che obbliga i produttori e proprietari di e-car a dotare i propri veicoli del sistema AVAS, acronimo di Audible Vehicle Alert System.

La scelta di rendere più rumorose le auto elettriche è arrivata in seguito al numero crescente di incidenti con persone non vedenti, anziani e ipovedenti verificatesi a basse velocità, spesso causati proprio dall’eccessiva silenziosità dei mezzi.

 

L’AVAS dovrà essere montato di serie nelle nuove macchine elettriche prodotte a partire dal 1° luglio 2019 e dovrà essere impostato per rimanere attivo almeno fino a una velocità di 20km/h e in fase di retromarcia. I proprietari di vecchie auto elettriche avranno tempo fino al 1° luglio 2021 per aggiornare i propri mezzi.

 

Il suono potrà essere personalizzato da ciascuna casa produttrice a patto di rimanere nella fascia tra i 56 e i 75 decibel: la BMW ha recentemente annunciato l’ingaggio di Hans Zimmer, uno dei più noti compositori di colonne sonore per Hollywood, per creare il falso “rombo” del motore delle proprie auto elettriche.

 

>>Leggi anche Lightyear One, l’auto elettrica solare con un’autonomia di 725 km<<

 

Alcune case automobilistiche hanno già messo in commercio modelli dotati di AVAS, come ad esempio la Jaguar I-PACE e la Nissan LEAF: tuttavia, il software installato su queste vetture prevede la possibilità di disinserimento in qualsiasi regime di marcia e dovrà quindi essere aggiornato con i nuovi standard imposti dall’Ue.

 

Dal primo settembre anche gli Stati Uniti, il secondo mercato per le auto elettriche dopo la Cina, introdurrà una regolamentazione simile a quella adottata in Europa: la National Highway Traffic Safety Administration ha stabilito che l’AVAS da installare sulle vetture americane dovrà restare attivo almeno fino ai 28 km/h.

 

>>Leggi anche Macedonia: Kit di conversione elettrica per l’auto simbolo del regime jugoslavo<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *