• Articolo Roma, 17 novembre 2015
  • Auto elettriche, 6 alternative a Tesla presto sul mercato

  • Nei prossimi anni arriveranno sul mercato almeno 6 nuove auto elettriche che sfideranno i modelli di Tesla: ecco quali sono

Auto elettriche, 6 alternative a Tesla presto sul mercato

 

(Rinnovabili.it) – Nonostante numerose difficoltà e punti di debolezza ancora da sistemare, il mercato delle auto elettriche diventa via via più accessibile ad un pubblico più vasto. Vuoi per il minore impatto ambientale vuoi per le agevolazioni su assicurazione e bollo, o per i risparmi sul carburante,  chi può permetterselo economicamente ora considera l’auto elettrica come un’alternativa possibile a quella tradizionale.

Al momento, il mercato dei veicoli elettrici è dominato da Tesla, che recentemente ha presentato la sua Model X. Nei prossimi anni, però, le cose potrebbero anche cambiare: diverse grandi case automobilistiche si stanno infatti organizzando per lanciare sul mercato dei nuovi modelli di auto elettriche. Attese tra il 2017 e il 2018, ecco quali sono.

 

Nissan Leaf

Dal 2010, quando è stato lanciato il primo modello, la Nissan Leaf ha continuato a migliorarsi. Le buone prestazioni e l’ottimo prezzo di mercato hanno fatto sì che la Nissan Leaf diventasse l’auto elettrica più venduta di sempre. Tra il 2017 e il 2018, è previsto il lancio di un ulteriore modello con un’autonomia di 500 km (contro i circa 250 km attuali). Prezzo di mercato: 29 dollari.

 

Thunder Power Race

La casa automobilistica di Taiwan ha presentato i suoi nuovi modelli elettrici all’ultima edizione del Salone di Francoforte tenutosi lo scorso settembre. Il più interessante è un modello elettrico sportivo a trazione integrale, capace di un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 5 secondi e dotato di un’autonomia di ben 600 km. Il lancio è previsto per il 2017, al prezzo di 63mila dollari.

 

Aston Martin Rapide EV

La casa inglese di auto di alta gamma lancerà la sua prima berlina elettrica entro il 2017. Con un’autonomia di circa 322 km, l’Aston Martin Rapide EV resta però irraggiungibile ai più con un prezzo da capogiro che oscillerà tra i 200mila e i 250mila dollari.

 

Audi Q6 e-tron SUV

Nel 2018 Audi presenterà un SUV elettrico ispirato proprio al Model X di Tesla. Grazie ad un’autonomia di percorrenza di ben 500 km questa vettura potrebbe davvero dare del filo da torcere alla casa di Elon Musk. Il prezzo, tuttavia, non si conosce ancora.

 

Mercedes-Benz EV

Sempre nel 2018 dovrebbe debuttare l’ibrida Concept IAA (Intelligent Aerodynamic Automobile) di Mercedes-Benz. Dotata di doppia alimentazione benzina e elettrica, il prototipo garantisce un’aerodinamica eccellente e interessanti funzionalità di guida autonoma. Anche qui il prezzo ancora non è stato stabilito.

 

Porsche Mission E

Di Porsche Mission E non si conoscono né prezzo né data di lancio. Quello che si sa è che con la sua funzione di ricarica veloce (fino all’80% in soli 15 minuti) l’elettrica di Porsche potrebbe essere una valida alternativa alla Tesla Model X, che per una ricarica dell’80% ha bisogno di almeno 40 minuti.

8 Commenti

  1. Paola Sanna
    Posted novembre 19, 2015 at 12:06 pm

    Sono interessata alla macchina elettrica,e quindi volevo chiedere una cosa:utilitarie non ce ne sono?Perchè leggo sempre di berline anche molto costose

    • Alok
      Posted novembre 20, 2015 at 3:33 pm

      Salve.
      Le auto elettriche più economiche disponibili attualmente in Italia sono la Smart ForTwo ED (Electric Drive) (versione elettrica della ben nota due posti) e la Renault Zoe (più o meno paragonabile alla Renault Clio, per altri aspetti).

      Si può andare ad un listino, tipo questo:
      http://prezzi-auto.corriere.it/advancedSearch.jsp

      e selezionare “elettrico” nella categoria “Alimentazione” tra le possibilità nella colonna a sinistra, per vedere le varie offerte.
      (Non so perchè in quel listino non compaia più la Smart elettrica. Forse perchè adesso c’è la nuova versione delle Smart. Ma si dovrebbe comunque trovare. Si può visitare un concessionario…).

      Bisogna considerare che la Zoe è venduta con batterie in noleggio. Bisogna, cioè, aggiungere circa €900 euro all’anno per le stesse.

      La Smart può essere acquistata con batterie a noleggio oppure di proprietà.

      Purtroppo devo ammettere (da EV fan) che sulle piccole i prezzi non sono granchè convenienti, neppure considerando i risparmi su carburante (solo circa 250 euro/10,000 km per l’elettricità), cambi d’olio (inesistenti nelle elettriche) e mantenzione varia, esenzione dal bollo (per almeno 5 anni – poi diverso da regione a regione), parcheggio su strisce blu gratuito in alcune città.
      Importante l’accesso alle aree a traffico limitato.

      Su auto più grandi (persino Nissan Leaf, per non parlare di quelle di fascia alta) penso che la convenienza, invece, sul lungo termine (7-10 anni) ci sia. Ma dipende dall’uso.

      Comunque una visita ai concessionari per una prova, e vedere quanto le scontano, si può sempre fare… :-)

      Ah, poi ci sono quelle usate.
      Si può cercare, ad esempio, una Nissan Leaf usata, su Autoscout24.it o qualche altro sito simile
      (oltre che dai concessionari).
      Con i risparmi sopra menzionati, qualcosa del genere potrebbe essere molto conveniente.
      Bisogna fare due conti….

      Buona scelta!

    • carlo stefano
      Posted novembre 25, 2015 at 2:21 pm

      possiedo da oltre un anno uuna Volkswagn UP, ottima auto.

  2. UGO
    Posted dicembre 1, 2015 at 5:12 pm

    da tre anni possiedo una Torpedo (marbella trasformata all’origine cioè dal 1991) da Un signore di Bergamo chiamato Lollio, che ne ha prodotte qualche migliaio…e poi immatricolata con prima immatricolazione in italia…ripeto 1991…tuttora funzionante, autonomia circa 60 km x l’eta delle batterie e velocita max circa 70km…perché ho fatto ridurre io altrimenti i 90km li fa senza problemi; ma visto l’eta del mezzo non voglio sforzarla…poi in seguito ho aggiunto una cinese, costruita su carrozzeria della prima serie delle matizze; molto lenta, molto rumorosa e poco affidabile….queste le usa la mia compagna, con un percorso in tre anni di circa 20000km…il risparmio è evidente; basso costo di assicurazione e di gestione…;na da usarsi solo per percorsi cittadine…batterie di proprietà….mentre da circa cinque mesi uso una Renault fluence del 2012 auto stupenda con velocita max di 140km/h…io faccio circa 120 /130 km al giorno…ho gia fatto circa 13000km…unici nei, costo mensile noleggio batterie che assorbe ( grazie anche all’iva) gran parte del risparmio…per cui posso affermare senza contraddittorio che viaggiare in elettrico si puo tranquillamente…conviene; ma lo sarebbe di più se ci fossero più colonnine di ricarica e meno accise anche su questi utilizzi…provare x credere…è bellissimo viaggiare nel silenzio e con confort uguali ad altri combustibili…
    Ugo

  3. Federico
    Posted dicembre 7, 2015 at 9:33 pm

    Proprio oggi mi sono fatto fare un preventivo.
    ALLUCINANTE.
    faccio una domanda a tutti: il principale motivo per cui uno opterebbe per una auto elettrica?
    Vi rispondo io : per non spendere quei 100/200 euro mese dal benzinaio. Quindi perchè 80 euro al mese di nolo batterie? Non è una questione SOLO di convenienza è proprio una questione concettuale. In questo modo le auto elettriche non decolleranno MAI. Ma piuttosto offrano tutta la macchina a noleggio e la camabino ogni 4 anni. Il motivo per cui mi sono “avvicinato” alla elettrica è proprio perchè voglio fare la spesa una volta e poi più, visto che la uso poco e solo in città.
    Se poi entriamo nel dettaglio dei costi….ah beh INACQUISTABILE. 14000 mila pari livello di auto con motore termico contro 30 mila. OHHHH NE COMPRO 2 !!!!
    Questo mi fa sospettare che nessuno ha interesse alla diffusione di queste auto ( evidentemente perchè sono un ottimo modo per girare in città e creano un certo problemino ai distributori di benzina).
    Ho riso in faccia al venditore oggi, poveretto.

    • Leonardo
      Posted aprile 5, 2016 at 2:47 pm

      L’auto elettrica la devi comprare se non vuoi morire entro 20anni di surriscaldamento globale, non per risparmiare 100 euro!
      Cmq puoi buttarti sul metano quasi entrambi i risultati.

  4. daniele
    Posted dicembre 10, 2015 at 11:43 pm

    sante parole Federico
    Io a conti fatti spendo di più viaggiando elettrico che a gpl per l’odioso noleggio della batterie
    Invece di incentivare finalmente un prodotto che non inquina fanno di tutto per renderla irraggiungibile
    Provato una zoe tempo fa e sono rimasto esterrefatto ma poi a sentire il.prezzo ci sono rimasto e basta..semi paresi facciale veramente
    Quattro batterie e un motore elettrico peraltro componente prodotto dal lontano 1500 circa 30000 euro per fare 150 km
    Sembra proprio che ci prendono per il culo i grandi marchi
    Bah…speriamo in un futuro più intelligente

  5. Augusto
    Posted gennaio 25, 2016 at 4:39 pm

    Le macchine elettriche non decolleranno mai finchè i petrolieri faranno il bello e il cattivo tempo. Come spiegate che una macchina come la Tesla, molto cara, ma molto potente con una autonomia di 400 Km. non viene prodotta con un modello a prezzi più contenuti a discapito di una minore potenza?

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *