• Articolo Bruxelles, 12 ottobre 2012
  • Un'indagine della olandese CE Delft

    Auto low carbon: il mercato europeo offre 100mila posti di lavoro

  • Un mercato ecologico delle auto potrebbe favorire la crescita del numero di posti di lavoro e aiutare la ripresa economica

(Rinnovabili.it) – Le auto ecologiche potranno offrire numerosi impieghi in tutta Europa, in modo da mantenere alta la competitività di mercato e abbassare le emissioni inquinanti legate al comparto. A rivelarlo un nuovo rapporto appena pubblicato dalla Transport and Environment (T&E). La ricerca, condotta dalla società di consulenza olandese CE Delft, respinge le recenti affermazioni dei produttori di auto secondo cui la riduzione delle emissioni delle automobili avrebbe presto portato alla perdita di posti di lavoro e alla diminuzione della competitività. Nel rapporto la società evidenzia inoltre come i consumatori riusciranno a risparmiare denaro utilizzando sempre meno carburante e investendo il denaro in altri settori aiutando la ripresa economica.

 

E’ del 2009 la decisione di Bruxelles di portare le auto europee ad emettere un massimo di 130 grammi di CO2 per km percorso entro il 2015, obiettivo che scenderà a 95 g/km entro il 2020. Ma le auto ecologiche hanno a volte un prezzo maggiore rispetto alle tradizionali, supplemento che, secondo la statistica, potrà essere recuperato dal consumatore grazie al risparmio dovuto ad un acquisto inferiore di carburante entro tre anni dall’immatricolazione, ha riferito T&E aggiungendo che abbassare le emissioni a 80g/km potrebbe aumentare il risparmio annuo da 500 a 750 euro, favorendo il calo delle importazioni europee di petrolio.