• Articolo Palo Alto, 27 maggio 2013
  • Un sogno in frantumi

    Better Place dichiara bancarotta

  • Finisce il sogno di Shai Agassi, il creatore di Better Place ha dovuto dichiarare bancarotta e dire addio al suo sogno di mobilità alternativa

Better Place dichiara bancarotta(Rinnovabili.it) – Shai Agassi ce l’aveva messa tutta ma nonostante ciò la sua società, la Better Place, nata nel 2007, ha dichiarato bancarotta. L’israeliano ha quindi dovuto mettere un punto al suo sogno di diffondere la mobilità elettrica come alternativa al consumo di combustibili fossili a causa di un debito di circa 850 milioni di dollari che non è stato in grado di risanare.

“Questo è un giorno molto triste per tutti noi. Noi sosteniamo la visione originale del progetto come venne formulata da Shai Agassi finalizzata a creare un’alternativa verde che potrebbe diminuire la nostra dipendenza dalle tecnologie di trasporto altamente inquinanti. … Le sfide tecniche le abbiamo superate con successo, ma gli altri ostacoli non siamo stati in grado di superarli, nonostante il massiccio sforzo e le risorse che sono state schierate a tale scopo”, hanno dichiarato dall’azienda.

Nonostante i parternariati pubblici e privati i ricavi non sono stati sufficienti a coprire le spese, bloccando così l’espansione di un progetto che aveva già provveduto ad arricchire la rete di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici in diverse città. Tra i progetti più ambiziosi la realizzazione di stazioni di cambio rapido dei pacchi batteria scarichi in modo da facilitare la ricarica delle vetture senza il bisogno di soste alle stazioni di servizio.