• Articolo Bruxelles, 17 maggio 2013
  • L’allarme lanciato da ePure

    Bioetanolo USA, sospetta elusione dei dazi europei

  • L’European Renewable Ethanol Association ha chiesto alla Commissione europea di indagare se la legislazione doganale dell’UE sia correttamente applicata in Finlandia

Bioetanolo, sospetta elusione dei dazi europei(Rinnovabili.it) – Ancora problemi per il settore dei biocarburanti comunitari. Il bioetanolo statunitense, destinato al mercato UE, in Finlandia potrebbe essere classificato come “miscela di etanolo”, etichetta che permetterà al prodotto di ottenere dazi doganali molto più bassi rispetto a quelli normalmente applicati all’etanolo denaturato.

Secondo la denuncia di ePure, la lobby europea del biotanolo, la miscela E92, composta da 92% di etanolo e l’8% di benzina, entrerà nel mercato comunitario attraverso quello finlandese e la preoccupazione è che il mix in questione “non sia classificata secondo la normativa 211/2012, etanolo denaturato, ma come una sostanza chimica”.

 

In base alle prove fornite da diverse fonti le autorità doganali finlandesi starebbero invece applicando una tassa  più bassa rispetto a quella di 102 euro ogni mille litri, come da regolamento europeo. ‘‘Vedendo che una ben nota azienda finlandese sta offrendo questo prodotto sul mercato comunitario ad un prezzo notevolmente inferiore rispetto a qualsiasi altra azienda europea è per noi un serio motivo di preoccupazione che ci ha spinto ad agire immediatamente”, spiega Rob Vierhout, segretario generale della ePure che ha pertanto denunciato e chiesto alla Commissione europea di indagare sulle importazioni finlandesi.