• Articolo Bruxelles, 4 gennaio 2013
  • In vigore dal 31 dicembre 2012 la norma Euro VI

    Camion e bus più puliti, il buono proposito 2013 della UE

  • Tajani: “Stiamo creando una situazione che produce vantaggi sotto tutti gli aspetti: disporremo di camion e di autobus più puliti che faranno tendenza e saranno esportabili in tutto il mondo”

(Rinnovabili.it) – Sono in vigore dal 31 dicembre 2012 i nuovi limiti europei per le emissioni dei veicoli pesanti. Grazie alla nuova “norma Euro VI” i nuovi autobus e camion dovranno vantare massimali ridotti per le emissioni di ossidi di azoto e di particolato. Nel dettaglio, la legislazione comporterà una riduzione dell’80% delle quote di ossidi di azoto e del 66% del particolato rispetto ai livelli del 2008 fissati in forza delle precedenti norme Euro V.

 

“La riduzione odierna delle emissioni – ha commentato Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione – contribuirà a rendere più pulita l’aria che respiriamo e a migliorare la competitività dell’industria automobilistica europea. Come concordato nel nostro neoadottato Piano d’azione Cars stiamo creando una situazione che produce vantaggi sotto tutti gli aspetti: disporremo di camion e di autobus più puliti che faranno tendenza e saranno esportabili in tutto il mondo”.

 

La norma Euro VI avrà infatti importanti ricadute anche a livello industriale dal momento che introduce test e norme armonizzate su scala mondiale che dovrebbero contribuire a dare impulso all’export europeo. Tra i vantaggi delle nuove norme vi è anche il positivo rapporto costi-benefici come comprovato dalla valutazione d’impatto.