• Articolo Roma, 24 luglio 2012
  • Il MinAmbiente mette a disposizione nuove risorse

    Carburanti a basso impatto ambientale, partono gli incentivi

  • Prende corpo l’Accordo ICBI Iniziativa Carburanti a Basso Impatto sottoscritto tra il MATT e le Associazioni di categoria

(Rinnovabili.it) – Nuova spinta alla mobilità sostenibile italiana. Da ieri sono finalmente attivi i nuovi eco-incentivi ministeriali dedicati ai carburanti low carbon. Il dicastero dell’Ambiente ha messo a disposizione nuove risorse finanziare dedicate alla conversione dei motori Diesel commerciali leggeri in propulsori alimentati contemporaneamente a gasolio e a gas (metano o GPL) e per la diffusione degli impianti di distribuzione del metano e del gpl lungo le arterie autostradali.

L’iniziativa segue quanto convenuto con l’accordo stretto con l’Iniziativa Carburanti a Basso Impatto (ICBI), che vede il Comune di Parma ente capofila del Protocollo di intesa firmato nel 2001 e dell’Accordo di programma del 2005 stipulato fra più di 600 comuni italiani e istituzioni. Nel dettaglio gli incentivi in fase di avviamento riguarderanno un Progetto pilota per la conversione dei motori Diesel in propulsori alimentati contemporaneamente a gasolio e a gas (Veicoli commerciali) e il cofinanziamento per l’installazione di impiantistica per l’erogazione di gas metano/gpl presso impianti di distribuzione operanti all’interno della rete autostradale nazionale. I sussidi sono riservati a soggetti economici/municipalità con sede nei Comuni aderenti alla Convenzione.