• Articolo Milano, 5 giugno 2012
  • BlaBlaCar aderisce alla Giornata mondiale dell'Ambiente

    Col carpooling si risparmia il 3,5% del PIL

  • BlaBlaCar aderisce alla Giornata mondiale dell’Ambiente ricordando i vantaggi di viaggiare condividendo i posti liberi in auto. Un metodo sicuro di risparmiare denaro ed emissioni di CO2

(Rinnovabili.it) – In occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente, che celebra oggi il suo quarantennale, BlaBlaCar.it diffonde i dati dell’impegno degli italiani a favore della mobilità alternativa. BlaBlacar, che dal 2006 organizza viaggi in condivisione, rivela che ad oggi è possibile risparmiare, grazie al carpooling,  40 miliardi di tonnellate di CO2 e fino a 55 miliardi di euro all’anno.

Condividere l’auto per spostarsi permette infatti di dividere i costi di benzina e pedaggio autostradale evitando gli sprechi: se si viaggiasse con automobili a piano carico, rivelano i dati della società, il risparmio ottenibile sarebbe equivalente al 3,5% del PIL nazionale.

Con oltre 36 milioni di veicoli in circolazione l’Italia vanta la triste media di 1,2 persone a bordo di ogni auto con cento milioni di posti di liberi ogni giorno.

Un vantaggio economico, quello del carpooling, che aumenta man a mano che cresce il prezzo della benzina. Viaggiare da Roma a Milano da soli può costare oggi fino a 120 euro tra autostrada e benzina, con emissioni di CO2 vicine ai 200 chilogrammi. Ospitando altri viaggiatori in macchina invece, il viaggio costa al conducente fino al 75% in meno, con la stessa percentuale di risparmio di emissioni inquinanti.

“Condividere l’auto è un modo di usare risorse già disponibili in modo più efficiente e intelligente – dichiara Olivier Bremer, country manager BlaBlaCar Italia –. Se ci pensiamo non ha alcun senso spostare un’auto da due tonnellate per muovere una persona di ottanta chili. Sfruttare i posti liberi è un metodo alla portata di tutti per ridurre questo divario e contribuire, inoltre, a ridurre il nostro impatto sull’ambiente. Con immediati benefici anche per le nostre tasche.”