• Articolo Roma, 14 settembre 2017
  • Comuni ciclabili: assegnate le prime 15 bandiere gialle

  • I riconoscimenti istituiti dalla Federazione Italiana Amici della Bicicletta attestano il grado di ciclabilità di una località e suoi territori

Comuni ciclabili

 

Progetto Comuni ciclabili, presentate oltre 100 candidature

(Rinnovabili.it) – Quali sono i  Comuni italiani più adatti ad essere vissuti e visitati in bicicletta? Quali le amministrazioni municipali che si stanno dando maggiormente da fare per rendere il loro territorio bikefriendly? Per saperlo basta seguire Comuni ciclabili (http://www.comuniciclabili.it/), nuovo riconoscimento istituito da FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta per attestare il grado di ciclabilità di una località e del suo territorio. L’iniziativa permettere alle amministrazioni di misurare le azioni intraprese sul fronte delle due ruote, individuando così dove sono presenti le realtà più avanzante e promuovere nel contempo la cultura della mobilità sostenibile.

 

Una gara virtuosa che, attraverso 11 indicatori e quattro aree di valutazione (“infrastrutture urbane”, “cicloturismo”, “governance” e “comunicazione & promozione”), premierà le città più a misura di ciclista, sia per la mobilità quotidiana, sia per l’esperienza turistica, con un bandiera gialla. Nello specifico, il progetto  attribuisce alle località un punteggio da 1 a 5, assegnato sulla base di diversi parametri e rappresentato da altrettanti “bike-smile” apposti sulla bandiera.

 

I primi riconoscimenti saranno consegnate oggi settembre a Verona – nell’ambito di CosmoBike Show, patrocinatore dell’iniziativa –  alle amministrazioni che hanno già aderito a “Comuni Ciclabili”, tra cui Belluno, Parma e Pescara. “Abbiamo riscontrato un grande interesse per il progetto Comuni Ciclabili e sono già un centinaio le amministrazioni che, a poche settimane dal lancio, hanno registrato sul sito la loro candidatura. Ricevere la bandiera gialla della ciclabilità italiana – dice Giulietta Pagliaccio, presidente FIAB – significa possedere uno strumento in più per la promozione turistica del proprio territorio, ma, soprattutto, dimostrare ai propri cittadini il positivo risultato di scelte politiche che favoriscono lo sviluppo di una mobilità sempre più sostenibile e rispettosa dell’ambiente e delle persone”.

 

comuni ciclabili

 

FIAB parteciperà all’evento veronese anche con il  corso di formazione “La governance per la mobilità ciclistica” ed un incontro, sabato 16 settembre, con esperti per fare il punto sulle grandi ciclovie italiane: si parlerà dello stato dell’arte di diversi importanti percorsi, molti dei quali hanno beneficiato o beneficeranno dei finanziamenti del Governo in tema di mobilità sostenibile. Focus particolare su: Ciclovia Adriatica, Ciclovia Vento da Venezia a Torino, Ciclovia Tirrenica che sarà percorsa dalla Bicistaffetta FIAB (23/30 settembre 2017, www.bicistaffetta.it) e sul Progetto AIDA – Alta Italia Da Attraversare (da Susa a Trieste).

 

>>Leggi anche In arrivo 12 mln di euro per le ciclabili italiane<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *