• Articolo Roma, 24 aprile 2012
  • Negli ultimi 10 anni, un quarto delle vittime sulla strada sono ciclisti

    Con #Salvaciclisti, le città sono a misura di bicicletta

  • Sabato 28 aprile, Roma e Londra saranno collegate virtualmente per la manifestazione che punta a una ciclabilità migliore e più sicura in tutti i centri urbani

(Rinnovabili.it) – “Una mobilitazione straordinaria, spontanea, trasversale, creativa e a tratti anche poetica”. Con queste parole il Responsabile nazionale Aree Urbane di Legambiente, Alberto Fiorillo, dice la sua sulla manifestazione organizzata da #Salvacliclisti per promuovere e ottimizzare l’uso della bicicletta nei centri urbani. Due le metropoli continentali coinvolte nell’evento contemporaneamente, Roma e Londra, che vedranno riunirsi migliaia di cittadini amanti della bicicletta e non, dai personaggi della cultura e dello spettacolo (come Margherita Hack e Jovanotti), ai rappresentanti istituzionali, finanche alle associazioni ambientaliste, tra cui Fiab e Legambiente. Oltre a puntare a una migliore ciclabilità urbana, l’obiettivo dell’evento è quello di richiamare l’attenzione su un altro problema ancora irrisolto: la sicurezza dei ciclisti sulle strade. Troppo spesso, infatti, spostarsi in bici per la città non solo è difficile, ma in alcuni casi è anche pericoloso. Stando a quanto rilevato dalle statistiche, negli ultimi 10 anni un quarto delle vittime della strada sarebbero ciclisti.

La politica sta ora discutendo l’ipotesi dell’introduzione del reato di omicidio stradale – ha commentato Fiorillo – provocatoriamente si potrebbe suggerire un ragionamento anche sul reato di complicità in omicidio stradale a carico di tutti quegli amministratori pubblici che sanno quali possono essere le mosse per abbassare del tutto la mortalità in incidenti eppure si guardano bene dal metterle in pratica”.

L’appuntamento in Italia è dunque per sabato 28 aprile alle ore 15 ai Fori Imperiali di Roma.