• Articolo Atene, 5 giugno 2012
  • La mostra sarà aperta fino all'8 giugno

    Da Atene un appello per l’efficienza navale

  • Efficienza energetica e riduzione dei consumi sono i settori chiave su cui agire. Lo hanno annunciato da Atene i maggiori produttori di navi commerciali

(Rinnovabili.it) – Un persistente aumento del prezzo dei carburanti e una sempre più stringente normativa in fatto di sicurezza e rispetto ambientale stanno portando il settore navale a rivedere le proprie strategie. La gestione razionale dell’energia è quindi uno dei settori che maggiormente potrebbe contribuire al risollevamento di un comparto fondamentale per il trasporto merci.

Le principali nazioni che basano l’economia sull’industria navale sono d’accordo nel dire che l’incidenza del prezzo del carburante sta causando problemi al comparto rendendo necessaria la formulazione di una nuova strategia e di nuovi investimenti nel settore R&S al fine di migliorare le prestazioni delle flotte in modo che possano adattarsi facilmente alle fluttuazioni del mercato del gasolio aprendosi anche alle forme alternative di energia. “Le condizioni di mercato non sono molto buone in questo momento e non sembra esserci pronta una soluzione alle sfide del settore navale mondiale”, ha specificato Oh-Yoon Kwon, Direttore Generale del Dipartimento Cooperazione Internazionale per l’Associazione dei costruttori navali coreani (KOSHIPA), in occasione della Posidonia exhibition di quest’anno attualmente in svolgimento ad Atena e aperta ai visitatori e agli espositori fino all’8 giugno prossimo.

L’industria navale sembra comunque muoversi all’unisono per migliorare le prestazioni dei mezzi e ottimizzare le strategie energetiche passando attraverso progetti innovativi che puntino a ridurre i consumi energetici delle imbarcazioni. “Ogni proprietario è interessato a ridurre i costi così stiamo cercando di alzare gli standard e sviluppare nuove tecnologie che aiutano a ridurre i livelli di CO2 e il consumo di carburante del 30 per cento”, ha detto Kazutomo Taguchi dal dipartimento di progettazione e sviluppo di Namura costruzione navale.