• Articolo Londra, 28 settembre 2012
  • Un progetto in via di definizione

    Da Ford e Schneider il piano per la e-mobility

  • Aumentare il numero delle infrastrutture di ricarica in Europa garantirà al mercato degli EV maggiore solidità

(Rinnovabili.it) – Aumentare il numero delle infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici, sia domestiche sia pubbliche, è il centro del progetto che Ford e Schneider Electric vogliono portare avanti per garantire all’Europa una rete efficiente.

Il produttore di automobili si occuperà di garantire l’istallazione di un numero ancora imprecisato di stazioni di ricarica nei paesi in cui vengono commercializzate le vetture all-electric e plug-in. I caricabatteria saranno compatibili con la maggior parte delle vetture elettriche attualmente in circolazione, con la possibilità di fare il pieno in circa tre ore e mezza e percorrere in tranquillità circa 162 chilometri.

Dall’accordo la possibilità per i clienti Ford di ottenere delle agevolazioni scegliendo contratti di fornitura con società certificate anche se un portavoce della casa automolistica nella sua filiale del Regno Unito ha annunciato che le specifiche verranno rese pubbliche solo una volta portati a termine gli accordi.

“Grazie a questa partnership offriremo soluzioni di ricarica semplici, efficaci e sostenibili per ogni cliente Ford”, ha aggiunto Julio Rodriguez, vice presidente esecutivo delle operazioni globali di Schneider Electric specificando “Questa collaborazione contribuirà a promuovere lo sviluppo del mercato dei veicoli elettrici in Europa.”