• Articolo Lussemburgo, 7 ottobre 2019
  • La Danimarca chiede una legge UE per mettere al bando auto diesel e benzina

  • Sostenuto da altri 10 paesi, il ministro danese per il Clima e l’Energia propone un piano per agire sul settore dei trasporti e rendere l’Europa un continente “climaticamente neutrale”

Danimarca

Credits: Domingo Trejo da Pixabay

Dopo i tentativi del 2018, la Danimarca ci riprova puntando ad una legge europea che vieti i veicoli a combustibili fossili

 

(Rinnovabili.it) – Durante una riunione dell’Environment Council tenutasi lo scorso venerdì a Lussemburgo, la Danimarca ha richiesto che venga definita una strategia per l’eliminazione graduale delle auto diesel e benzina, prevedendo anche il divieto della vendita entro il 2030. A detta della delegazione danese, infatti, per raggiungere gli obiettivi del 2050, e rendere così l’Europa il primo continente “neutrale” da un punto di vista climatico, è necessario agire direttamente sul settore dei trasporti, unico ambito che attualmente vede un aumento delle proprie emissioni.

 

>>Leggi anche Clima: le promesse di Von der Leyen, nuova Presidente della Commissione europea<<

 

Di fronte ai ministri per l’Ambiente degli Stati membri dell’UE, la Danimarca (sostenuta dalla delegazione lussemburghese) ha chiesto uno sforzo congiunto per identificare degli incentivi fiscali adeguati e per garantire l’allineamento delle regole del mercato unico europeo a sostegno della transizione verso veicoli a emissioni zero. Inoltre, ha proposto di prendere in considerazione possibili misure tra cui norme più rigorose contro la produzione di CO2, una più rigida tariffazione stradale e una nuova zonizzazione ambientale.

 

“Dobbiamo riconoscere che abbiamo un po’ di fretta”, ha detto a Reuters Dan Jorgensen, ministro danese per il Clima e l’Energia.

 

Già nell’ottobre del 2018, il governo danese aveva annunciato che avrebbe vietato la vendita e la circolazione di tutte le nuove auto a propulsione fossile entro il 2030, ma successivamente l’idea era stata abbandonata per violazione delle norme UE sull’omologazione. La ragione riguardava una limitazione di fatto della libertà di circolazione tra gli Stati membri, rispetto alla quale sarebbe stata necessaria una regolamentazione specifica a livello europeo.

 

>>Leggi anche Danimarca: stop a veicoli diesel e a benzina entro il 2030<<

 

Per questo motivo, il ministro danese per il Clima e l’Energia ha quindi affermato che la proposta di consentire ai singoli Stati membri di vietare le vendite di nuove auto diesel e benzina potrebbe condurre, in un prossimo futuro, ad una proposta da parte della Commissione Europea riguardante la completa eliminazione graduale dei veicoli alimentati a combustibili fossili nei prossimi decenni.

 

In quest’ottica, la Danimarca ha cercato di stabilire un’alleanza con i 10 Stati membri che supportano la sua strategia al fine di rendere il divieto valido a livello europeo.

Un Commento

  1. marco
    Posted ottobre 7, 2019 at 12:23 pm

    Per correttezza, siccome lo scopo è azzerare la emissione di gas serra, vanno eliminati tutti i motori a COMBUSTIONE, compresi quelli a biometano, biodiesel, ecc.
    Non diciamo combustibili fossili e propulsione fossile. diciamo A COMBUSTIONE.
    Si salva solo il combustibile IDROGENO. Il cui costo di produzione e la cui convenienza va ancora dimostrata.
    Modestamente io vedo vantaggiosa solo la propulsione elettrica, come le ferrovie fanno da decenni senza tanto scalpore.
    Si fa obiezione per le batterie inquinanti. Ci siamo sorbite per decenni le benzine al piombo e poi quelle “verdi” notoriamente cancerogene. Lasciamo fare alla ricerca, per batterie migliori o per i supercondensatori.
    “SE” riusciamo ad avere ancora futuro.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *