• Articolo Roma, 14 giugno 2012
  • E-tropolis Italia leader dei ciclomotori elettrici

  • Merito di una rete di rivenditori estesa su tutto il territorio nazionale, di una partnership importante e della robusta campagna di comunicazione

Fino a pochi anni fa, il comparto della mobilità elettrica era una sottonicchia del mercato dei veicoli ibridi, che per primi sfidavano la tradizione delle auto a diesel e benzina. Il tempo tuttavia è trascorso più in fretta del previsto, tanto che oggi i mezzi a batteria, quelli che per ‘fare il pieno’ hanno bisogno solo della presa della corrente, si stanno ritagliando uno spazio crescente nel mondo della mobilità a due, tre e quattro ruote, e sono in molti ad additarli quale unica soluzione per un futuro sostenibile. “Merito o colpa – dipende dai punti di vista – dei prezzi del carburante”, viene da dire in modo semplicistico, ma c’è dell’altro.

La progressiva crescita del settore è legata ad un cambiamento culturale, scaturito dalla crescente attenzione dei cittadini per modelli di vita a ridotto impatto ambientale. Una dimostrazione è giunta dalla forte diffusione della tecnologia fotovoltaica, accolta tanto dai grandi investitori attirati da rendite certe, quanto dalle singole famiglie alla ricerca di un affrancamento dai consueti canali di approvvigionamento energetico, a beneficio dell’ambiente. Sono proprio queste famiglie, o se vogliamo la gente comune, ad avere dato slancio alla crescita della mobilità elettrica in Italia (e in Europa). Una conferma giunge da E-tropolis Italia Srl, società italo tedesca del gruppo Sig Solar GmbH operante nel campo fotovoltaico, ed evoluta (anche) nel nuovo settore dei veicoli a trazione elettrica. Dopo un paio d’anni di studio, il brand etropolis ha ingranato la marcia, chiudendo il 2011 in testa alla classifica delle immatricolazioni nel comparto due ruote elettriche, con numeri mai registrati in precedenza. “Merito della strategia entry level” sostengono in E-tropolis Italia, basata su un ventaglio prodotti di buona qualità, ad un prezzo più che accessibile. La volontà di E-tropolis Italia, per ora, non è offrire prodotti tecnologicamente all’avanguardia, ma proporre veicoli “utilitari, adatti all’uso quotidiano in contesto urbano”. In fin dei conti, chi ha mai detto che la semplicità non vende? I numeri parlano a favore dei ciclomotori etropolis, che da inizio 2012 continuano ad essere i più apprezzati dai consumatori. Merito di una rete di rivenditori estesa su tutto il territorio nazionale, merito anche di una partnership importante con Enel Green Power che ha scelto di distribuire i mezzi etropolis, e merito della robusta campagna di comunicazione avviata dalla casa madre, per far conoscere il brand agli italiani. Mettiamoci poi l’esenzione dal pagamento del bollo, forti sconti sulla RCA, bassissimi costi di ricarica (0,50 €/100 km) e l’incentivazione da parte di comuni e regioni. La risposta del pubblico non si è fatta attendere, andando oltre le aspettative, tanto che l’utilitaria dei veicoli elettrici si è scoperta ‘cool’, ed è stata scelta da Flavio Briatore per pubblicizzare il Billionaire, il celebre club dei VIP, a Montecarlo. Che sia l’inizio di una nuova moda? Per ora in E-tropolis Italia restano con i piedi per terra, concentrati sulle contingenze quotidiane, ma non è un caso se la comunicazione aziendale dei mesi scorsi riportava lo slogan ‘electric is cool’.

Mentre scriviamo, è iniziata la distribuzione nei punti vendita del nuovo arrivato in casa etropolis. Si tratta del modello Miami, un mezzo pratico e leggero dotato di un innovativo pacco batteria agli ioni di litio estraibile. Miami rappresenta la soluzione ideale per i grossi centri urbani, dove scarseggiano i garage o gli accessi alle prese della corrente, in quanto permette di trasportare la batteria direttamente in casa o in ufficio, attraverso una pratica maniglia. La soluzione delle batterie estraibili apre anche il fronte dei noleggi, offrendo il plus dell’intercambiabilità del pacco batteria con uno aggiuntivo, azzerando di fatto i tempi di ricarica: quando la batteria si scarica viene connessa alla presa per il ‘pieno’ e sostituita da un’altra (opzionale) pronta per l’utilizzo.

Il modello Miami integra così l’offerta di E-tropolis Italia srl, che da gennaio 2012 sta puntando anche sul Retrò Evo, l’evoluzione del precedente modello con ruote da 10”, bestseller del mercato, e sul Bel Air, mezzo moderno e un po’ più sobrio rispetto al sapore vintage del Retrò. Entrambi i veicoli montano batterie al gel di silicio ad alta efficienza, destinate comunque a lasciare il posto agli accumulatori estraibili agli ioni di litio, applicazione che dall’autunno 2012 sarà estesa all’intera gamma E -tropolis.