• Articolo Roma, 8 aprile 2019
  • Ecobonus auto elettriche ed e-scooter, al via prenotazione incentivi

  • Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che rende operativa la procedura d’erogazione dei nuovi sussidi per i veicoli ecologici

ecobonus auto elettriche

 

Da oggi i concessionari potranno inserire nella piattaforma governativa l’ordine per gli ecobonus auto elettriche e ibride

(Rinnovabili.it) – Via libera alle prime prenotazioni dell’ecobonus auto elettriche e ibride da parte dei concessionari.  Il decreto ministeriale di disciplina è stato registrato alla Corte dei Conti lo scorso venerdì e pubblicato il giorno seguente sulla Gazzetta ufficiale, rendendo di fatto completamente operativa la nuova piattaforma governativa https://ecobonus.mise.gov.it.

I venditori che si sono registrati al sistema informativo governativo potranno da oggi inserire i dati relativi all’ordine di acquisto del  veicolo e ottenere così, in base alla disponibilità di  risorse, una  ricevuta  di registrazione della prenotazione. Dalla prenotazione si avranno poi fino a 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo, tempo in cui i concessionari dovranno, oltre che confermare l’operazione, comunicare targa del mezzo e codice fiscale del costruttore (o importatore).

 

In capo ai venditori anche l’obbligo, entro quindici giorni dalla data di consegna del nuovo veicolo, di conferire l’usato (qualora l’acquisto del mezzo fosse accompagnato dalla rottamazione della vecchia auto) presso un demolitore, pena l’annullamento dell’incentivo.

 

>>Leggi anche Auto elettriche: quanto incideranno sui consumi energetici dell’Italia?<<

 

Ricordiamo che il provvedimento in questione si applica all’acquisto di veicoli a basse emissioni, elettrici o ibridi. Per la precisione, la misura si rivolge a chi acquista, anche in locazione finanziaria e immatricola in Italia:

Veicoli di categoria M1, ossia destinati al trasporto di persone, con almeno 4 ruote e al massimo otto posti a sedere (oltre al sedile del conducente), a patto che siano:

  • nuovi di fabbrica;
  • producano emissioni di CO2 non superiori a 70 g/km;
  • acquistati ed immatricolati in Italia dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021;
  • il cui prezzo (da listino prezzi ufficiale della casa automobilistica produttrice) sia inferiore a 50mila euro compresi optional (IVA esclusa).

 

Veicoli di categoria L1 e L3e: nel primo caso mezzi a due ruote con cilindrata inferiore o uguale a 50 cc e la cui velocità massima non superi i 45 km/h (L1); nel secondo caso due ruote la cui cilindrata superi i 50 cc e la cui velocità massima superi i 45 km/h (L3). I veicoli devono essere:

  • nuovi di fabbrica;
  • elettrici o ibridi;
  • di potenza inferiore o uguale a 11 kW;
  • acquistati e immatricolati in Italia nell’anno 2019.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *