• Articolo Parigi, 24 ottobre 2019
  • Energie rinnovabili nei trasporti, ancora solo al 3,7% del mix mondiale

  • Nel 2018 le fonti rinnovabili hanno coperto circa 4 exajoule del consumo dei trasporti, ma la quasi totalità è legata ai biocombustibili

 

I dati sulle energie rinnovabili nei trasporti nel report IEA

(Rinnovabili.it) – Crescono con lentezza le energie rinnovabili nei trasporti. Nel 2018 il segmento “green” ha fornito appena 4 EJ al consumo mondiale, pari al 3,7 per cento della domanda. E di questa quota, la quasi totalità (93 per cento) è a completo appannaggio dei biocombustibili. Non andrà meglio nel futuro: con le attuali politiche, entro il 2024, la quota di energie rinnovabili nei trasporti è destinata ad aumentare solo marginalmente al 4,6 per cento (5,1 EJ) schiacciata da una domanda di combustibili fossili che non accenna a calare.

I dati sono quelli pubblicati nell’ultimo report dell’Agenzia Internazionale dell’Energia – IEA che tra stato dell’arte e trend futuri offre un viaggio immersivo nel ruolo delle fonti d’alimentazione di veicoli, aerei e navi.

 

Si scopre così che la produzione globale di biofuel è aumentata di 10 miliardi di litri (più 7%) nel 2018 per raggiungere il valore record di 154 miliardi di litri. Al cospicuo incremento ha contribuito soprattutto la Cina, dove la produzione di bioetanolo è più che triplicata grazie a misure governative atte a promuoverne i consumi. I leader del mercato rimangono, però, Stati Uniti e Brasile, ancora oggi i maggiori produttori di biocarburanti. Un ruolo che non perderanno neppure nel futuro: le previsioni IEA stimano che entrambi i Paesi rappresenteranno il 40 per cento della crescita della produzione di biocarburanti nel periodo 2019-24, fornendo due terzi dei prodotti presenti sul mercato alla fine del 2024.

 

Nel complesso il settore fa ancora riferimento a materie prime di origine agricola (biofuel di prima generazione). Il documento IEA mostra, infatti, che solo il 9 per cento dei biocarburanti prodotti nel 2018 sono stati classificati come “avanzati”, ossia ottenuti da rifiuti, scarti e colture algali.

 

>>leggi anche Biometano avanzato, dalle stalle alle stazioni di rifornimento<<

 

L‘energia elettrica impiegata nei trasporti è aumentata invece dell’11% su base annua per raggiungere poco meno di 0,3 EJ. Entro la fine del 2024, il consumo dovrebbe toccare quota 0,5 EJ con l’elettromobilità in grado di coprire una fetta del 10% nel mix d’alimentazione verde dei trasporti.  In questo caso a farla da padrone è la Cina che rappresenta oggi oltre il 60% dell’elettricità rinnovabile utilizzata per i trasporti, divisa quasi equamente tra strada e ferrovie (leggi anche Ricarica auto elettriche, in Europa solo 144mila punti disponibili).

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *