• Articolo San Francisco, 29 maggio 2012
  • Uno studio di Frost&Sullivan

    EV: cresce il mercato e sale il consumo di plastica

  • Con l’aumentare delle richieste di EV aumenterà anche la domanda di plastica per la costruzione della componentistica dei veicoli

(Rinnovabili.it) – Le indagini parlano chiaro: il mercato dell’auto elettrica è destinato a crescere dell’80% entro il 2017 e di pari passo aumenterà anche il consumo di plastica, impiegata principalmente per la componentistica interna dei veicoli.

La necessità di aumentare le miglia di autonomia degli EV, di pari passo con i vantaggi intrinseci delle materie plastiche, come la leggerezza, guiderà la crescita dei tassi di penetrazione. Lo mette in chiaro una nuova analisi condotta da Frost&Sullivan che ha studiato i mercati di Europa e Nord America per prevedere l’impatto dell’aumento della necessità di plastica nel settore delle auto elettriche. Il mercato, che ha avuto un fatturato di mezzo milione di dollari nel 2010, potrebbe  raggiungere i 73 milioni nel 2017.

“Le materie plastiche destinate ai veicoli elettrici sono guidate da tendenze di alleggerimento che, a loro volta, sono alimentati dalla necessità di migliorare la capacità di percorrenza degli EV”, ha osservato l’analista di Frost & Sullivan, Shree Vidhyaa Karunanidhi. “I veicoli elettrici sono tipicamente caratterizzati da batterie enormi che si vanno ad aggiungere al peso complessivo del veicolo e influenzano la capacità di percorrenza. Per compensare il peso delle batterie, i metalli sono sempre più spesso sostituiti da plastica.”

Migliore del metallo per la realizzazione di alcune componenti statiche come tubi di raffreddamento, pompe, ventilatori e materiali di rivestimento la plastica tuttavia non può essere impiegata per tutte le necessità e per questo rimane importante la presenza di metallo e acciaio in alcune delle componenti definite di “movimento”, che prodotte in plastica subirebbero l’usura.

Ma la legislazione impone, per la costruzione di automobili elettriche, l’utilizzo di plastica riciclabile che in fase di rottamazione del veicolo possa essere recuperata  ponendo così il settore davanti ad una nuova sfida.