• Articolo Londra, 23 novembre 2012
  • Uno studio della British Gas

    EV: l’Uk individua cinque aree ad alto potenziale di sviluppo

  • L’East End londinese, Glasgow ed Edimburgo insieme a Epson e Brighton rappresentano le zone a più elevato potenziale per la crescita del mercato dei veicoli elettrici

(Rinnovabili.it) – L’East End londinese, Glasgow ed Edimburgo hanno tutte le carte in regola per guidare l’aumento della circolazione di veicoli elettrici. A rivelarlo un nuovo studio condotto dalla British Gas che insieme alle tre aree ha calcolato anche le prospettive di Epson e Brighton, che vantano un numero consistente di famiglie che oltre ad avere la disponibilità economica stanno anche dimostrando un serio interesse per la nuova mobilità a basse emissioni.

 

La diffusione delle auto elettriche è stata infatti piuttosto lenta fino ad oggi, con solo 2.311 auto acquistate grazie al sistema di sovvenzioni governative che hanno aiutato con incentivi di 5.000 sterline la sostituzione delle macchine inquinanti da gennaio 2011. Ma gli analisti della Frost&Sullivan hanno previsto che, nonostante lo stallo di alcuni produttori che non si stanno adeguando alle nuove necessità di mercato, le vendite di EV potrebbero aumentare del 10% nel Regno Unito grazie alla diminuzione dei prezzi di vendita al consumatore e alla crescita del numero delle infrastrutture di ricarica. Ad esempio a Stratford un abitante su sei, e quindi circa 36mila persone, si sono dichiarati propensi all’acquisto di una vettura elettrica.

La nostra ricerca dimostra che le auto elettriche potrebbero presto essere comunemente sulle strade del Regno Unito e rappresentare un cambiamento di tendenza tra i consumatori del Regno Unito”, ha detto Nigel Wilson, amministratore delegato della Experian Marketing Services.