• Articolo Firenze, 18 ottobre 2011
  • Lo scenario ideale per la mobilità a zero emissioni

    Firenze pensa all’ecopass basato sulla sostenibilità

  • Il Comune firma un protocollo d’Intesa con Renault-Nissan per dare la ‘scossa’ al trasporto cittadino

(Rinnovabili.it) – Firenze, capitale dell’ambiente e della sostenibilità. Il sogno del sindaco Matteo Renzi ha già gettato le basi per la sua concretizzazione: dal Piano strutturale a ‘volumi zero’ al recupero dell’energia tramite le ‘briglie’ sull’Arno, passando per gli interventi edilizi con i criteri di risparmio energetico di ‘Casa Clima’, il Comune sta dimostrando di saper investire nella giusta direzione. L’ultimo tassello del puzzle strategico è rappresentato dall’accordo firmato dal primo cittadino con Jacques Bousquet, presidente di Renault Italia, e Andrea Alessi, amministratore delegato di Nissan Italia. Il protocollo d’intesa, siglato ieri a Palazzo Vecchio, è dedicato all’introduzione e all’utilizzo dei veicoli elettrici sul territorio comunale.

Il primo passo consisterà nell’approfondimento di temi quali l’aumento delle colonnine di ricarica e l’incremento del car e del van sharing elettrico. L’intesa prevede, inoltre, la promozione dei mezzi elettrici presso gli hotel, l’introduzione di politiche pubbliche locali per promuovere l’acquisto e l’utilizzo di e-car e la possibilità di convertire la flotta di veicoli pubblici in mezzi di tipo elettrico. “Questo protocollo – ha commentato Renzi – pone le basi per la diffusione delle auto elettriche in città […] Da ora al 2016, stiamo pensando a un eco-pass non basato, come avviene in altre città, sul denaro, ma sulla sostenibilità: solo chi avrà un mezzo elettrico o potrà contare su un car sharing elettrico potrà entrare a Firenze venendo da fuori”.