• Articolo Milano, 19 settembre 2012
  • Un evento in collaborazione con Euromobility

    Forum 4M: la mobilità sostenibile volano del futuro urbano

  • Mobilità sostenibile ed energia sul tavolo dell’incontro che ha visto anche la partecipazione di Clini, sicuro che ridurre l’impatto dei trasporti sia la chiave dello sviluppo urbano futuro

(Rinnovabili.it) – Si è svolta stamane la prima edizione del Forum 4M Mobility Management Milano, evento incentrato sulla mobilità sostenibile che nell’area milanese ha coinvolto attori di livello nazionale per favorire lo scambio di interessi e conoscenze.

Ospitato presso la sede ABB di Sesto San Giovanni,  l’evento promosso da Euromobility si è concentrato sul tema del Mobility Management e sulle possibili evoluzioni del settore con interesse spiccato per la formazione di una community che muovendosi in modo sostenibile dia il via ad un circuito virtuoso della mobilità a basso impatto ambientale.

Alla seduta pomeridiana dell’evento ha partecipato anche il ministro dell’Ambiente Corrado Clini che ha concentrato il proprio intervento sull’offerta di energia e sull’importanza della mobilità sostenibile come nodo fondamentale per l’evoluzione dei sistemi urbani.

A margine dell’incontro Barbara Frei Country Manager di ABB Italia e Amministratore Delegato ABB SpA, ha dichiarato: “La mobilità è uno dei fattori critici del nostro vivere quotidiano e sicuramente una leva sulla quale operare per migliorare la qualità della vita nelle nostre città. Ne siamo ben coscienti e proprio per questo, la scorsa settimana, abbiamo presentato al Workshop annuale Ambrosetti di Cernobbio, il nostro report “Smart Cities in Italia: un’opportunità nello spirito del Rinascimento per una nuova qualità della vita. Arrivare a questo nuovo modello di città ideale richiede non solo una visione, ma una chiara strategia in cui istituzioni, operatori economici e società civile devono ovviamente giocare ciascuno il loro ruolo. Anche ABB è pronta a giocare il suo: per noi smart city significa smart grids e integrazione delle fonti di energia rinnovabile, interconnessioni, efficienza energetica e building automation, porti verdi e – naturalmente – anche gestione della mobilità”.